Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

26/05/17 ore

Immagine-contatto

  • COSE RADICALI

    Dall'eutanasia alla cannabis. Ieri Dj Fabo, oggi i semi della pianta miracolosa. Marco Cappato connota sempre più la sua azione disobbediente con un genere peculiare nella storia radicale e si ritaglia con abilità uno spazio personale nel miserabile marasma post-pannelliano.

  • COSE RADICALI

    Quasi un anno fa, a poco più di un mese dalla sua scomparsa, con un numero speciale di Quaderni Radicali dedicato a Marco Pannella, pubblicammo “una raccolta di alcune delle cose che sono passate sulla rivista, fra interventi, interviste, vecchi scritti del leader radicale”. Si scelse come titolo, riprendendo una frase della canzone di Francesco De Gregori dedicata al leader storico dei radicali, “un canestro pieno di parole”di Antonio Marulo

  • Aghi di Pino

    A ciascuno il suo libro, a ciascuno la sua notizia spot. Dopo le memorie di Ferruccio De Bortoli sul caso Boschi-Etruria, ecco un nuovo capolavoro letterario lanciato da una "verità" custodita gelosamente e rivelata in differita nel momento del bisogno.

  • Aghi di Pino

    Uno a zero palla al centro, direbbero al bar sport di Beppe Grillo, dopo l'operazione “magliette gialle” a Roma. L'iniziativa del Pd, per quanto grillescamente propagandistica, ha avuto infatti l'effetto mediatico voluto, con i 5 stelle sulla difensiva proprio sul terreno a loro più caro.

  • POLITICA

    Domenica 7 maggio pare che ricorra la Giornata mondiale della risata, per i suoi effetti benefici sull’organismo umano. È probabile non sia inclusa nella ricorrenza la versione amara del sorriso che suscita, per esempio, la vicenda sulla legittima difesa, intorno alla quale ci si accapiglia in queste ore, in particolar modo a proposito della possibilità o meno di difendersi reagendo solo al chiaro di luna.

  • EDITORIALI E COMMENTI

    C’è chi lo ha fatto notare: “come Trump, Grillo dice enormità poi quando capisce che gli si ritorcono contro dice che non le ha mai dette”. Accade così che, dopo l’intemerata del 'New York Times' sulle responsabilità di Grillo e il Movimento 5 Stelle a proposito di populismo, politica e morbillo, dal sacro blog è giunta la replica piccata. di Antonio Marulo

  • Aghi di Pino

    È il giorno di Luigi Di Maio ad Harvard. Roba da non credere. Eppure è così. Il merito è nostro, degli italiani che hanno creato il fenomeno che tutti vogliono studiare, compresi quelli della prestigiosa università, che per l’occasione invitano l’oste grillino a dare un saggio sulla bontà del suo vino. di Antonio Marulo

  • Aghi di Pino

    Ormai siamo ai “pareri”, ai “so”, ai “forse, potrebbe”, buttati nel mucchio mediatico, parlando di un’inchiesta che sta facendo molto discutere, di cui si è protagonista come inquirente. Così, il procuratore capo di Catania, Carmelo Zuccaro, si è preso la briga di intervenire in Tv a proposito del presunto rapporto perverso fra ONG e trafficanti di esseri umani nel Mediterraneo e renderci edotti sullo stato dell'arte. di Antonio Marulo

  • Aghi di Pino

    ... e ti querela, se mini l'onore e il prestigio della città cchiu' bella d'o munno. Questo grazie all'idea del sindaco-masaniello, stufo di una “narrazione distorta e a volte diffamatoria della città di Napoli.... oggetto di pregiudizi, stereotipi e dannose generalizzazioni”. di Antonio Marulo

  • Aghi di Pino

    La strategia dei 5 stelle è ormai chiara e consolidata: farsi portatori - con ingredienti populistici, miscelati con una buona dose di qualunquismo - delle più svariate istanze, talvolta in conflitto, sperando poi che la somma faccia il proverbiale totale in cabina elettorale. È bastato quindi uno sciopero in un centro commerciale, peraltro malriuscito, per agguantare un altro fronte caldo, una volta cavallo di battaglia della Chiesa: quello della sacralità del dì festa, violata dalle diaboliche liberalizzazioni, con grave nocumento per la pace e la serenità familiare. di Antonio Marulo