Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

17/10/19

Venezia Cinema 2012. "L’intervallo" di Leonardo Di Costanzo: Loro, di Napoli, e la camorra di quartiere


Categoria: CINEMA
Pubblicato Martedì, 04 Settembre 2012 22:16

Veronica, sedicenne, ama il ragazzo del clan sbagliato. Il boss del quartiere rivale la castiga confinandola in un edificio fatiscente della sterminata periferia napoletana, in attesa di decidere quale seguito dare alla faccenda.

 

Custodia e sorveglianza vengono affidate a Totò, adolescente granitaro cresciuto troppo in fretta, come d'altronde la sua prigioniera .

 

La comunicazione tra i due si presenta subito difficoltosa. Lei lo rifiuta e lo disprezza lui cerca, come può, di contenere le intemperanze della ragazza ma, col passare delle ore, i due adolescenti si ritrovano  affini per generazione e  cultura (GF e Isola dei Famosi lei,leggende e favole campane lui) al punto da tentare, ormai complici, un’improbabile evasione.

 

Sogni, speranze, progetti, confessioni riempiono questo Intervallo fin quando scende la sera e la realtà presenta il suo conto.

 

Il regista, Leonardo Di Costanzo, nell’intervista di presentazione: “ … L’intervallo è la mia prima esperienza di fiction. Finora avevo realizzato film documentari, ma anche in questo lavoro mi è rimasta intatta la curiosità nei confronti del reale come dimensione inesauribile di ispirazione, la fiducia nelle sue infinite possibilità narrative. Perciò, anche in questo film, ho iniziato come nel documentario a osservare e ad ascoltare a lungo".

 

Tutto questo per raccontare una storia di adolescenti dove gli adulti non ci sono o sono al di ‘fuori’, avvertiti come minaccia o come portatori di regole e consuetudini da rispettare. Qui sono quelle della camorra che minaccia e blandisce e con le quali a gradi diversi è costretto a fare i conti chi continua a scegliere di vivere a Napoli … 

 

Vincenzo Basile



Nuova Agenzia Radicale - Supplemento telematico quotidiano di Quaderni Radicali
Direttore Giuseppe Rippa, Redattore Capo Antonio Marulo, Webmaster: Roberto Granese
Iscr. e reg. Tribunale di Napoli n. 5208 del 13/4/2001 Responsabile secondo le vigenti norme sulla stampa: Danilo Borsò