Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

15/10/19

Questa crisi conviene alla Germania: ecco alcune prove


Categoria: ECONOMIA
Pubblicato Lunedì, 13 Agosto 2012 14:53

Se qualcuno ha qualche dubbio sul fatto che la crisi dell’Euro e dei debiti sovrani stia avvantaggiando l’economia tedesca, qualche dato aiuta a chiarire il concetto.

 

Secondo quanto previsto dall’Istituto economico Ifo, in uno studio commissionato dal quotidiano economico Financial Times Deutschland, nel 2012 la bilancia commerciale tedesca avrà un attivo di 210 miliardi di dollari (171 miliardi di euro), superiore a tutti gli altri Paesi al mondo. Con questo risultato la Germania farà meglio anche della Cina, che stando all'indagine chiuderà l'anno con 203 miliardi di dollari di attivo.

 

Nel frattempo, sempre la Germania continua a beneficiare dello spread amico. Sono stati venduti infatti titoli a sei mesi per 3,77 miliardi di euro, offrendo ancora una volta un rendimento negativo e pari a -0,0499%. Praticamente, per avere titoli tedeschi gli investitori ci perdono. Ciononostante la domanda ha superato di 1,26 volte l'importo offerto dal Tesoro tedesco.

 

A questo punto ci si domanda quanto sia reale l’interesse della Germania a cambiare lo stato delle cose. Più che altro, ai tedeschi è sufficiente fare in modo che la barca europea non affondi, purché resti in balìa della tempesta. (A.M.)



Nuova Agenzia Radicale - Supplemento telematico quotidiano di Quaderni Radicali
Direttore Giuseppe Rippa, Redattore Capo Antonio Marulo, Webmaster: Roberto Granese
Iscr. e reg. Tribunale di Napoli n. 5208 del 13/4/2001 Responsabile secondo le vigenti norme sulla stampa: Danilo Borsò