Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

18/06/19

Fbi, niente Ku Klux Klan: Sharmeka si è data fuoco da sola


Pubblicato Mercoledì, 24 Ottobre 2012 11:51

Niente incappucciati. Niente Ku Klux Klan: secondo l'Fbi Sharmeka Moffit, la ragazza nera della Lousiana ricoverata con il 60% del corpo ustionato, si sarebbe inflitta da sola le ferite, inscenando l'aggressione a sfondo razzista.

 

La ventenne, secondo quanto dichiarato da Kyle Hanrahan, portavoce dell'ufficio di polizia federale dello stato americano, avrebbe dapprima scritto sul cofano della sua auto la firma del KKK e la parola 'negro' e poi si sarebbe versata del liquido infiammabile su tutto il corpo, dandosi fuoco. Successivamente Sharmeka avrebbe chiamato la polizia, dichiarando di esser stata circondata e bruciata da tre uomini con dei cappucci bianchi.

 

Nonostante gli inquirenti sembrino quasi sicuri della messa in scena ordita dalla ragazza, avendo rilevato le sue impronte su un accendino e su una boccetta di liquido infiammabile trovate nell'auto, le indagini andranno comunque avanti, soprattutto per cercare di capire le possibile cause all'origine di un gesto simile.

 

La giovane è infatti tuttora ricoverata in condizioni molto gravi nell'ospedale State University di Shreveport con ustioni di terzo grado alle braccia e di primo grado al petto.

 

La nostra famiglia è devastata nell'apprendere le circostanze che riguardano le ferite di nostra figlia – ha dichiarato la madre di Sharmeka – non era certo quel che ci aspettavamo, ma è qualcosa: siamo davvero spiacenti per i problemi che tutto questo possa aver causato e vogliamo esprimere il nostro apprezzamento per tutto l'amore, le preghiere e il sostegno ricevuto da amici, conoscenti, gruppi della chiesa e autorità pubbliche”. (red)



Nuova Agenzia Radicale - Supplemento telematico quotidiano di Quaderni Radicali
Direttore Giuseppe Rippa, Redattore Capo Antonio Marulo, Webmaster: Roberto Granese
Iscr. e reg. Tribunale di Napoli n. 5208 del 13/4/2001 Responsabile secondo le vigenti norme sulla stampa: Danilo Borsò