Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

16/06/19

I gay 'scompaiono' dal vocabolario cinese


Pubblicato Martedì, 24 Luglio 2012 15:08

Cina, via la parola 'gay' dal dizionario

 

Sorpresa per tutti gli omosessuali cinesi. La nuova edizione del 'Contemporary Chinese Dictionary', uscita da qualche giorno, tra le nuove espressioni non ha incluso  la parola 'tongzhi', ovvero 'gay'. Secondo le prime supposizioni, il vocabolo non è stato incluso perché la stessa parola nella lingua del Dragone ha anche il significato di 'compagno'.

Il corrispettivo di omosessuale in cinese, infatti, è 'tongxinglian', mentre 'tongzhi', compagno, viene maggiormente usato ed è più diffuso. Secondo quanto ha riferito invece uno degli autori del nuovo dizionario, Jiang Lansheng, ”la parola è stata volontariamente rimossa per evitare di favorire l’uso del termine omosessuale nel significato colloquiale”. Immediata la reazione da parte degli attivisti per i diritti umani che hanno messo sotto accusa il “Contemporary Chinese Dictionary”.(S.G.)



Nuova Agenzia Radicale - Supplemento telematico quotidiano di Quaderni Radicali
Direttore Giuseppe Rippa, Redattore Capo Antonio Marulo, Webmaster: Roberto Granese
Iscr. e reg. Tribunale di Napoli n. 5208 del 13/4/2001 Responsabile secondo le vigenti norme sulla stampa: Danilo Borsò