Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

26/05/19

Marijuana libera, Torino dice sì


Pubblicato Martedì, 14 Gennaio 2014 16:09

Sì alla marijuana libera. E' quanto richiede il Consiglio comunale di Torino, prima città italiana ad aver approvato ( con 15 voti a favore, 13 contrari e 6 astenuti) un ordine del giorno che “invita il Parlamento ad affrontare il tema del passaggio da un impianto di tipo proibizionistico ad un impianto di tipo legale della produzione e della distribuzione delle droghe cosiddette leggere, con particolare riferimento alla cannabis e ai suoi derivati”.

 

Nello specifico sono due gli ordini del giorno passati: uno chiede alla Regione di seguire l'esempio di Toscana, Liguria e, soprattutto, Veneto, dove la Regione, oltre ad aver autorizzato i farmaci cannabinoidi per la terapa del dolore, ha approvato la distribuzione sperimentale e gratuita in ospedale e farmacia di preparati a base di marijuana.

 

L'altro Torino chiede anche l'abolizione della legge Fini-Giovanardi e l'ok alla produzione e al consumo di cannabis a scopo ricreativo.



Nuova Agenzia Radicale - Supplemento telematico quotidiano di Quaderni Radicali
Direttore Giuseppe Rippa, Redattore Capo Antonio Marulo, Webmaster: Roberto Granese
Iscr. e reg. Tribunale di Napoli n. 5208 del 13/4/2001 Responsabile secondo le vigenti norme sulla stampa: Danilo Borsò