Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

20/06/19

Pena di morte, in Alabama sospese le esecuzioni per mancanza di farmaci


Pubblicato Domenica, 03 Agosto 2014 14:17

Le esecuzioni rimarranno sospese in Alabama almeno fino alla prossima primavera. Lo ha detto il senatore repubblicano Cam Ward, spiegando che non ci sono “i farmaci, e una nuova legge per reperirli non passerà prima di marzo o aprile dell’anno prossimo", mentre "le ditte farmaceutiche si rifiutano di fornirle, a meno che lo stato non fornisca loro un qualche tipo di protezione o immunità”.

 

Il deputato repubblicano Lynn Greer, nella fase legislativa appena conclusa aveva presentato un disegno di legge per tenere segreta l’identità di tutti coloro che partecipano a qualsiasi titolo ad una esecuzione, comprese le ditte che forniscono i farmaci letali. La legge era passata alla Camera il 5 marzo 2014, ma non ha fatto in tempo a passare al Senato prima del 3 aprile, data di chiusura della sessione legislativa 2014.

 

Greer ha preso atto della resistenza di alcuni suoi colleghi al fatto che la sua legge prevedeva “troppa” segretezza nella procedura di esecuzione, e si è detto pronto a presentare una nuova proposta più attenuata. “Quello che chiedono le ditte farmaceutiche è di non finire in pasto all’opinione pubblica, ma detto questo non credo che a nessuno debba essere concessa l’immunità totale”, ha dichiarato.

 

In Alabama ci sono 16 detenuti nel braccio della morte che hanno esaurito i ricorsi possibili, e sono in attesa di esecuzione. (fonte Nessuno tocchi Caino) 



Nuova Agenzia Radicale - Supplemento telematico quotidiano di Quaderni Radicali
Direttore Giuseppe Rippa, Redattore Capo Antonio Marulo, Webmaster: Roberto Granese
Iscr. e reg. Tribunale di Napoli n. 5208 del 13/4/2001 Responsabile secondo le vigenti norme sulla stampa: Danilo Borsò