Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

02/04/20 ore

La Belle Époque, di Nicolas Bedos. L’amore tra passato e presente


  • Giovanna D'Arbitrio

Presentato in anteprima al Festival di Cannes 2019, La Belle Époque, scritto e diretto da Nicolas Bedos, narra la storia di un fumettista, Victor Drumont (Daniel Auteuil), che attraversa un periodo difficile della sua vita.

 

Disegnatore disoccupato che rifiuta il digitale, Victor detesta il presente e non fa altro che litigare con sua moglie, Marianne (Fanny Ardant), psicanalista proiettata invece verso il futuro. Dopo l’ennesima lite, Marianne lo caccia di casa e si consola tradendolo con il suo migliore amico. 

 

Triste e solo, Victor accetta una proposta del figlio Maxime (Michaël Cohen) che collabora con la Time Traveller, diretta da Antoine (Guillaume Canet), regista tirannico e nervoso che mette in scena il passato, offrendo ai suoi clienti la possibilità di rivivere un’epoca felice della loro vita con precise scenografie ricostruttive e bravi attori. 

 

Grazie ad Antoine, Victor può rivivere così la sua belle époque personale, ovvero il 16 maggio del 1974, il giorno in cui aveva incontrato Marianne per la prima volta a Lione nel café La belle époque

 

Affascinato da Margot (Doria Tillier), l’attrice che interpreta Marianne da giovane, Victor alla fine non solo ritrova il passato, ma si riconcilia anche con il presente e con sua moglie. 

 

Attore, sceneggiatore, scrittore e regista, Nicolas Bedos, figlio del noto attore Guy Bedos, enfant terrible considerato in Francia come un borghese di sinistra, un bobo (diminutivo di "bourgeois-bohème), ci sorprende poi con temi delicati, centrati su amore e riconciliazione, e ci regala ancora un film gradevole e non scevro di humour, come il suo primo film Monsieur & Madame Adelman (tradotto in italiano “Un amore sopra le righe”).

 

La sceneggiatura ineccepibile dello stesso Bedot è supportata dalla fotografia di Nicolas Bolduc, dalle musiche di Nicolas Bedos e Anne-Sophie Versnaeyen , dalla scenografia di Stéphane Rozenbaum

 

Ecco il trailer ufficiale del film. (da I Wonder Pictures)

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna