Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

29/09/20 ore

TEATRO

La mia esistenza d’acquario, di Pier Maria Rosso regia di Lydia Giordano allo Stabile di Catania

Diciassette attrici bloccate in uno schermo, da diverse parti d’Italia, danno voce ad una giovane donna che racconta la sua relazione con la madre attrice. La mia esistenza d’acquario, rarissimo testo del drammaturgo siciliano Pier Maria Rosso di San Secondo, chiude l’estate del Teatro Stabile di Catania, in un innovativo e ambizioso progetto, 100% digitale, ideato e diretto da Lydia Giordano, alla sua prima esperienza registica.

Todi Festival 2020. The Darkest Night, di Davide Sacco con Maria Pia Calzone e Francesco Montanari

Il noir viaggia in parallelo con il genere poliziesco, ma ha caratteristiche ribaltate: il protagonista principale non è l’investigatore, il poliziotto, ma la vittima o le vittime. È un intreccio mai lineare ma che si affida a canoni che si iscrivono pur sempre nel genere del crime. Resta comunque per il lettore o lo spettatore una partecipazione emotiva che è poi l’essenza del noir. di G.R.

 

Todi Festival 2020. Enrico IV: a scuola di Re, di Andrea Pennacchi

Era un fantasma di Arianna Matteo con Lorenzo Lavia ha aperto il Todi Festival 2020, ultimo contenitore che gioca la sfida della sperimentazione

Todi Festival 2020. Enrico IV: A scuola di Re, di Andrea Pennacchi

Enrico IV: a scuola di Re,  di Andrea Pennacchi, liberamente ispirato a William Shakespeare, è una opportunità teatrale di non poche suggestioni che sia pure nelle more di alcune fasi fragili riesce ad essere piacevole e accattivante. Con una fantastica proiezione eccoci in tempo di Covid19 in una postazione radio, che ha l’identità di una taverna… di G.R.

 

-  Era un fantasma di Arianna Matteo con Lorenzo Lavia ha aperto il Todi Festival 2020, ultimo contenitore che gioca la sfida della sperimentazione

 - XXXIV edizione Todi Festival. L’amore indagato, reading teatrale in omaggio a Raffaele La Capria

XXXIV edizione Todi Festival. L’amore indagato, reading teatrale in omaggio a Raffaele La Capria

A chiudere gli appuntamenti del Teatro Comunale, Domenica 6 Settembre alle ore 18.00, il debutto nazionale de L’amore indagato, reading teatrale in omaggio a Raffaele La Capria, con Ida Di Benedetto e Marta Bifano, accompagnate dalla regia di Pierpaolo Sepe.

Era un fantasma, di Arianna Mattioli con Lorenzo Lavia, ha aperto il Todi Festival 2020 ultimo contenitore che gioca la sfida della sperimentazione

L’apertura della XXXIV edizione del Todi Festival segna un primo significativo dato: questo appuntamento annuale sta assumendo nel tempo il ruolo leader di sperimentazione, di ricerca teatrale, culturale, artistica nel panorama italiano. Nonostante la pandemia del Covid19, il Festival si svolge come una sfida coraggiosa, saggia, per non lasciare alle spalle l’arte come l’ingrediente fondamentale per un recupero di energie e speranze della vita collettiva. di G.R.

 

- XXXIV edizione Todi Festival. L’amore indagato, reading teatrale in omaggio a Raffaele La Capria

Estate 2020: riparte il Teatro Stabile di Catania. Dal 16 al 26 luglio Lu cori non ‘nvecchia

Nove straordinari attori catanesi e un’originale antologia poetica dedicata a Nino Martoglio: riparte così il Teatro Stabile di Catania, con lo spettacolo Lu cori non ‘nvecchia per la regia dei pluripremiati Enzo Vetrano e Stefano Randisi. Lo spettacolo, originariamente previsto nell’ambito della stagione 19-20, verrà messo in scena a Palazzo Platamone, dal 16 al 26 luglio, secondo tutte le normative vigenti.