Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

18/06/24 ore

STILE LIBERO

Chico Forti, Travaglio e poi una certa sinistra

Chico Forti è diventato il caso politico del momento, pure Romano Prodi lo condanna, si, la gogna politica oltre quella mediatica è contro questa persona rea di essere stata accolta nel suo paese natio da un esponente politico di destra dopo decenni di tentativi di riportarlo in Italia. Fatto per cui, quelli che non sono di destra condannano l'episodio, un'avversità che giudico a prescindere dal fatto in questione. Tutto quello che si vuole contro la Meloni ma prendersela con uno che ha subito una tragedia giudiziaria solo perché al suo ritorno in Italia, peraltro per andare in prigione a finire di scontare la pena, ci sia stato un politico sgradito, mi sembra eccessivo… di Giovanni Lauricella

‘La Scelta di Eva’ racconta il potere delle scelte. Il nuovo podcast di Eva Giovannini

Nel complesso e interconnesso universo in cui viviamo, anche un’azione apparentemente insignificante porta a conseguenze sorprendenti e imprevedibili. Questo è il fulcro della teoria del caos, nota anche come “effetto farfalla”, un concetto affascinante che illustra come i più piccoli cambiamenti possano avere un significativo impatto sul corso del destino. Ma tra tutte le scelte che affrontiamo quotidianamente, ce n’è una che si eleva sopra le altre come “scelta suprema”, quella che definisce il nostro destino e plasmerà il corso della nostra vita in modo significativo… di Giulia Anzani

Sulla pretesa di certificazione antifascista in occasione del 25 aprile

La pretesa di ottenere da tutti i rappresentanti delle istituzioni una esplicita e letterale dichiarazione di antifascismo, da ultimo avanzata dallo scrittore Antonio Scurati nei confronti della premier Meloni, riveste un evidente carattere illiberale e intollerante… La pretesa di inserire (fra l’altro in nome della evidentemente ignorata Costituzione) una sorta di dichiarazione preliminare che andrebbe resa da chiunque acceda a cariche pubbliche (quali?) contraddice e rinnega un intera architettura costituzionale che è quella disegnata dagli artt. 18, 21 e 49, garanti appunto della libertà di espressione delle forme della politica nel nostro paese… di Enrico Seta

Conversazione con Francesca Peppucci, la più giovane europarlamentare italiana

In una domenica sul finire di marzo, ho avuto il piacere di intrattenere una conversazione con l’onorevole Francesca Peppucci, la più giovane europarlamentare italiana attualmente in carica, che mi ha raccontato un po’ di sé… di Giulia Anzani

Storie di mafia, storie da ricordare (17): l’assassino del piccolo Claudio Domino nel 1986 perché aveva visto troppo

Continuiamo il nostro viaggio nella lunga, purtroppo, storia legata alle vittime dimenticate, uccise per mano della mafia e della criminalità organizzata. Sono davvero tante le morti che potremmo annoverare in questa lista: tra donne, uomini e piccole vittime innocenti. Le vecchie e le nuove generazioni, soprattutto queste ultime, tendono, in questi casi, ad avere la memoria fin troppo corta; non si lavora sul ricordo ma, molte volte, si lavora in senso opposto e le scuole, con le varie Istituzioni in campo, dovrebbero partire dal basso per invertire la rotta… di Dario Caputo

Una riflessione per Giulia (e per tutti noi)

Dopo una settimana in cui l’Italia intera ha sperato col fiato sospeso, Giulia Cecchettin è stata trovata senza vita nei pressi del lago di Barcis (PD) il 18 novembre, sette giorni prima della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Un epilogo agghiacciante, quasi quanto il fatto che nessuno ne sia rimasto sorpreso: il pensiero del femminicidio si è insinuato nelle teste di moltissime persone fin dal primo momento… di Giulia Anzani