Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

21/07/17 ore

STILE LIBERO

Sarona

Nell'agosto del 1871 un gruppo di templari provenienti dalla Germania acquistò dai greci un appezzamento di terreno a nord di Jaffo e, sullo stile di altri villaggi già costruiti a Gerusalemme e Haifa, nell'ottobre dello stesso anno, oltre quarant'anni prima che nascesse la vera e propria città, iniziarono la costruzione di una trentina di casette. di Elena Lattes

Israele, il “prezzo da pagare” all'estremismo di Tag Mehir

Tag Mehir, il cui nome significa “prezzo da pagare”, è composto sostanzialmente da adolescenti o poco più, spesso in rotta con le proprie famiglie che si propongono di “difendere” ogni centimetro di terra aggredendo chiunque tenti di impedirglielo. di Elena Lattes

“Dalla conoscenza alla crescita”, un modello israeliano da imitare per cooperare

Secondo Matteo Renzi, che nella recente visita in Israele ha presenziato ad un convegno sulla cooperazione scientifica tra Italia e Israele, il nostro Paese ha molto da imparare dalla “Start up Nation”, ossia lo Stato che non solo ha inventato, ma ha reso il modernissimo sistema delle start up uno dei principali, se non il più importante motore della propria economia e del proprio sviluppo. di Elena Lattes

Dagli Ospitalieri al Gran Priorato di Roma, la vera nobiltà dell'Ordine di Malta. Intervista a Barbara Frale

Un tempo, chi entrava nell’Urbe dalla via Tiburtina si trovava dinanzi un’antica porta di pietra che aveva scolpite due teste di toro. Quella esterna, rivolta verso la campagna, era un lugubre teschio; l’altra, prospiciente la città, raffigurava un animale vivo. Le due teste simboleggiavano i viandanti che giungevano nella Città Eterna: affamati e stanchi nell’entrarvi, rifocillati e vigorosi nel lasciarla. di Salvatore Balasco

Roma, la "questione Rom" e il ritorno degli uomini soli al comando

Il tentativo del presidente dell'Associazione 21 Luglio Carlo Stasolla e del consigliere radicale Riccardo Magi di ripresentare il progetto dello scorso novembre (consistente in un non meglio identificato "ufficio di scopo" nelle sole mani del sindaco e di un suo delegato – chi sarà? - per gestire meglio la "cosa Rom" a Roma, azzerando assessorato, tavoli istituzionali e rappresentanza Rom regolarmente accreditata e prevista dalla "Strategia Nazionale d'Inclusione per Rom, Sinti e Caminanti", la quale si appresta, per via della sua straordinaria bellezza, a fare la stessa polverosa fine della nostra amata Costituzione) è talmente rocambolesco da meritare un approfondimento. di Camillo Maffia e Gianni Carbotti

Massolo: il terrorismo si combatte insieme. Gli 007 non sono uomini di un Impero perduto

La minaccia c'è ed è reale. Un terrorismo sempre più liquido e capace di mettere a segno azioni mirate, ha bisogno di un'Intelligence che sappia leggere le situazioni di rischio, sminando i rischi sul territorio. Lo dice a chiare lettere Giampiero Massolo, direttore del Dis, che nella sua lezione alla Link Campus University ha ripercorso gli attentati di Tunisi, Lione, Kuwait: tre individui compiono attentati simultaneamente senza essere attivati da un'entità centrale ma collegati in una 'rete virtuale' che colpisce in tre punti diversi. di Fabiana Petrillo