Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

24/07/24 ore

DIRITTI E LIBERTA'

Fabio Viglione su dramma carceri: i tanti suicidi sono la fotografia di una catastrofe umana, sociale, politica e istituzionale

L’attuale situazione delle carceri italiane non può non essere posta al centro di una riflessione urgente ed accompagnata dall’assunzione di provvedimenti immediati. È quello che chiedono a gran voce i penalisti italiani sottolineando il dato sconcertante relativo ai suicidi nelle carceri, in costante aumento. L’Unione Camere Penali ha dato vita ad un’iniziativa di sensibilizzazione sull’intero territorio nazionale oltre ad aver proclamato tre giorni di astensione dalle attività giudiziarie, nei giorni 10, 11 e 12 luglio. Una maratona oratoria, organizzata nei luoghi pubblici in tante città italiane, ha dato sostanza all’iniziativa che ha puntato sul coinvolgimento della comunità per evitare di confinarsi in angusti ambiti settoriali dove l’ascolto rischia di essere riservato agli “addetti ai lavori”… di Fabio Viglione

Rapporto Antigone 2024. La drammatica condizione del nostro sistema penitenziario

La situazione delle carceri italiani peggiora; questo è quanto emerge dall’ultimo rapporto Antigone datato marzo 2024. Dopo la sentenza Torreggiani del 2013 e i continui richiami della Corte Europea che definiva illegali le condizioni di sovra affollamento cui erano sottoposti i detenuti nel belpaese arrivati a numeri da record del 150%, la politica era corsa ai ripari attuando una serie di riforme seppur parziali che avevano ridotto il numero di residenti nelle carceri a livelli che sembravano almeno apparentemente tollerabili… di Livio Rotondo 

Imam Houthi: ‘I promiscui, i deformi e gli omosessuali sono stati tutti creati dall’America e da Israele’

Dopo il massacro di Hamas del 7 ottobre, movimenti come “Gays for Palestine” e “Queers for Palestine” sono diventati parte integrante delle manifestazioni pro-Hamas in Occidente, sostenendo lo slogan genocida “Dal fiume al mare”… Quello che segue è una raccolta di video di figure di spicco di Ansar Allah, alias gli Houthi, che fanno affermazioni come "uno degli atroci crimini morali commessi dagli israeliti nella nostra epoca è che... stanno promuovendo l'omosessualità, in violazione della natura umana e le leggi di Allah", e "i promiscui, i deformi e gli omosessuali sono stati tutti creati dall’America”… Gli Houthi sostenuti dall’Iran, parte dell’”asse della resistenza”, hanno assistito Hamas durante l’attuale guerra di Gaza lanciando missili balistici contro la città israeliana di Eilat.

Fabio Viglione: ‘Magistratura e separazione delle carriere: una battaglia senza fine’

Sempre agitata come una riforma estrema, la separazione delle carriere tra giudici e pubblici ministeri sembra appartenere ad una battaglia senza fine caratterizzata da toni incandescenti e polemiche permanenti. Da una parte c'è chi la ritiene indispensabile per realizzare compiutamente il rito "accusatorio' e porre la terzietà del giudice su un piano di assoluta garanzia, dall'altra chi la guarda con assoluto sfavore, temendo uno snaturamento dell'autonomia della magistratura e della propria peculiare funzione… di Fabio Viglione (da Quaderni Radicali n.104 / novembre-dicembre 2009)

La rivista per bambini del Qatar, sponsorizzata dallo Stato, giustifica il terrorismo e incita contro gli ebrei, Israele e gli Stati Uniti

Dall'attacco terroristico di Hamas del 7 ottobre 2023 e dallo scoppio della conseguente guerra a Gaza, Jassim, una rivista mensile per bambini del Qatar pubblicata dal gruppo Dar Al-Sharq, sponsorizzato dallo stato, ha pubblicato contenuti che giustificano il terrorismo e la violenza contro Israele, nonché contenuti antisemiti. Poesie e fumetti presenti sulla rivista dal 7 ottobre incitano contro gli ebrei e contro Israele, negano il diritto di Israele ad esistere, condonano il terrorismo contro Israele, che viene chiamato "resistenza palestinese" e incoraggiano persino i lettori a cercare il martirio e raggiungere il Paradiso. Uno dei fumetti demonizzava anche gli Stati Uniti, raffigurandoli come un serpente che mostrava le zanne per difendere Israele… (da Memri)