18/12/18 ore

CINEMA

Bohemian Rhapsody, aspettative mal riposte

Il film è carino, piacevole soprattutto per via delle musiche che da sole valgono il prezzo del biglietto, ma non tutto quadra come dovrebbe. A parte le licenze narrative, che mutano il reale svolgimento dei fatti storici (ma in un film questo aspetto può essere anche tollerato), c'è qualcosa che disturba sia dal punto di vista registico che da una pospettiva squisitamente drammaturgica. di Anna Concetta Consarino

Il Castello di Vetro, di Destin Daniel Cretton. Un biopic sulla giornalista Jeannette Walls

In questo periodo il cinema sembra preferire i biopic e in effettiIl Castello di VetrodiD. D. Crettonarriva dopoA private war, sulla reporter Marie Colvin, e Colette, sulla famosa scrittrice. Tratto dal libro di memorie The Glass Castle, della giornalista Jeannette Walls (Brie Larson),il film descrive la sua infanzia e adolescenza. di Giovanna D’Arbitrio

Colette, di Wash Westmoreland. Un biopic sulla famosa scrittrice francese

Colette, di Wash Westmoreland , è un biopic sulla vita della scrittrice francese, Colette, pseudonimo di Sidonie Gabrielle Colette (Saint-Sauveur 1873-Parigi 1954), scrittrice, sceneggiatrice e attrice teatrale francese, considerata fra le maggiori figure della prima metà del XX secolo. di Giovanna D’Arbitrio

Troppa Grazia, di Gianni Zanasi. Tra reale e paranormale

Vincitore nell'ambito European Cinemas Label (sezione Quinzaine des Réalisateurs) al Festival di Cannes 2018 come miglior film europeo,Troppa Grazia, diGianni Zanasi,ancora appare sugli schermiconsuccesso dal 22 novembre.di Giovanna D’Arbitrio

Il vizio della speranza, di Edoardo De Angelis. La lotta per la vita nello squallore delle periferie

Vincitore del Premio del pubblico BNL allaFesta del Cinema di Roma 2018, premiato al Tokyo International Film Festivalper la Miglior regia (Edoardo De Angelis) e la Miglior attrice (Pina Turco), il film Il Vizio della Speranza, evidenzia la lotta per la vita pur nell’estremo degrado delle periferie urbane. di Giovanna D’Arbitrio

A Private War, di Matthew Heineman. Un drammatico biopic su Marie Colvin

Presentato in anteprima al Toronto Film Festival 2018A Private War, di Matthew Heineman, è tratto dall'articolo di Marie Brenner “Marie Colvin’s Private War”, pubblicato nel 2012 su Vanity Fair. di Giovanna D’Arbitrio