Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

07/06/20 ore

CINEMA

JUDY, di Rupert Goold. Un toccante biopic su Judy Garland

Judy,diretto da Rupert Goold, tratto dal dramma teatrale End of the Rainbow di Peter Quilter, narra gli ultimi mesi di vita della famosa cantante Judy Garland, nome d’arte di Frances Ethel Gumm, morta nel 1969 a soli 47 anni. Le immagini iniziali ci ripropongono Judy Garland (Renée Zellweger) che dopo un’esibizione teatrale con i suoi figli, Lorna e Joey, ritorna in albergo dove le viene rifiutata la chiave della camera per non aver saldato il conto da diverso tempo. Sola, più volte divorziata, senza un soldo e senza una casa, è costretta ad affidare i figli al padre, Sidney Luft (Rufus Sewell), e ad accettare una tournée a Londra dove è ancora ammirata e ricordata. di Giovanna D’Arbitrio

“1917”, di Sam Mendes. Gli orrori della prima Guerra Mondiale

Il film 1917, del regista britannico Sam Mendes, è stato presentato in anteprima a Londra il 4 dicembre 2019 ad un evento di beneficenza, in presenza della famiglia reale inglese. Il regista ha affermato di aver tratto ispirazione dai racconti di guerra di suo nonno, Alfred Hubert Mendes, che aveva combattuto per due anni sul fronte francese...di Giovanna D’Arbitrio

Jojo Rabbit, di Taika Waititi. Una black comedy sul nazismo

Jojo Rabbit,scritto, diretto e interpretato dal neozelandeseTaika Waititi, tratto dal romanzo Come semi d'autunno (Caging Skies) di Christine Leunens, è una tragicommedia sul nazismo che ha già ottenuto molti riconoscimenti internazionali. di Giovanna D’Arbitrio

Hammamet, di Gianni Amelio. Una pagina della storia italiana

Hammamet, di Gianni Amelio, racconta gli ultimi sei mesi di vita di Bettino Craxi, quando si dibatte tra malattia, rancori e decadenza. In modo inaspettato il film, tuttavia, inizia con le immagini di Craxi-bambino che con una fionda lancia sassi contro le vetrate di un istituto religioso e viene rimproverato aspramente da un prete che lo apostrofa con i peggiori epiteti, possibili e immaginabili, mentre il padre (Omero Antonutti) lo abbraccia con amore, una premessa che mette in evidenza il carattere trasgressivo del futuro uomo politico e il suo destino di personaggio amato e allo stesso tempo odiato da molti. di Giovanna D’Arbitrio

Ritratto della giovane in fiamme, di Céline Sciamma. Donne come prigioniere

Ritratto della giovane in fiamme (Portrait de la jeune fille en feu), scritto e diretto da Céline Sciamma, vincitore del Prix du scénario al Festival di Cannes 2019, ripropone il tema della libertà delle donne in un film tutto “al femminile”. La storia è ambientata in Francia alla fine del XVIII secolo e inizia con una lezione di pittura durante la quale un’allieva della pittrice Marianne (Noémie Merlant) nota un quadro intitolato Ritratto della giovane in fiamme… di Giovanna D’Arbitrio

The Farewell-Una bugia buona, di Lulu Wang. Il principio della beneficialità

The Farewell - Una bugia buona, scritto e diretto da Lulu Wang, già candidato a diversi premi internazionali, racconta la storia di Billi (Awkwafina), una giovane cinese che vive a New York fin da bambina. Quando scopre che sua nonna Nai Nai (Zhao Shuzhen) ha un tumore incurabile, torna in Cina per rivederla. Giovanna D’Arbitrio