24/09/17 ore

CINEMA

Quello che so di lei, di Martin Provost. Donne a confronto

Dopo un film come Tortilla y cinema, Le ventre de Juliette, Seraphine, Où va la nuit, Violette, ancora una volta il regista Martin Provost ci presenta due figure femminili in Sage Femme (Quello che so di lei). di Giovanna D’Arbitrio

Fortunata, di Sergio Castellitto. Una battagliera coatta

Fortunata, il film diretto da Sergio Castellito su sceneggiatura di Margaret Mazzantini, presentato a Cannes nella sezione “un certain regard”, sta riscuotendo un notevole successo di pubblico. di Giovanna D’Arbitrio

Gilles Jacob, da 38 anni alla guida del Festival di Cannes, si racconta ad Agenzia Radicale

Non c’è nessun ghiaccio da rompere incontrando Gilles Jacob, il nume tutelare del Festival di Cannes, colui che lo gestisce da quasi 40 anni e che ha sicuramente visto cose che noi umani… è un gentlemen di una tale affabilità che il problema non si pone. intervista di Vincenzo Basile

 

- Cannes 2017. Vivacità delle polemiche: ecco la questione morale di V.B. (Agenzia Radicale)

Cannes 2017, è la volta del Male e suoi derivati. Ma il cielo della Croisette è sempre più blu di V.B. (Agenzia Radicale)

Cannes 2017: Cary Grant sconosciuto, la Clinica della Kidman e La Famiglia di Trintignant  di V.B. (Agenzia Radicale) 

- Cannes 2017: The Square sorpassa 120 battiti al minuto. Miglior attori Kruger e Phoenix di V.B. (Agenzia Radicale)

Cannes 2017: The Square sorpassa 120 battiti al minuto. Miglior attori Kruger e Phoenix

La cerimonia della premiazione, dopo il prologo della Bellucci sul senso e la funzione del cinema e sul ruolo delle donne in generale e nel cinema in specie, ha iniziato per bocca del presidente Pedro Almodovar, con la consegna del premio  Camera d’oro, dedicato alle opere prime, a June Femme, lungometraggio di Léonor Serraille. La protagonista, Laetitia Dosch è stata la prima a salire sul palco. In grande difficoltà emotiva ha ringraziato tutti quelli che l’hanno sostenuta durante le riprese che ha dovuto affrontare in piena gravidanza. di Vincenzo Basile 

 

- Cannes 2017. Vivacità delle polemiche: ecco la questione morale di V.B. (Agenzia Radicale)

- Cannes 2017, è la volta del Male e suoi derivati. Ma il cielo della Croisette è sempre più blu di V.B. (Agenzia Radicale)

 - Cannes 2017: Cary Grant sconosciuto, la Clinica della Kidman e La Famiglia di Trintignant di V.B. (Agenzia Radicale)

Cannes 2017: Cary Grant sconosciuto, la Clinica della Kidman e La Famiglia di Trintignant

Happy End è la cronaca dell'implosione indentitaria di una famiglia dell’alta borghesia francese, chiusa nel suo arroccamento sociale ed economico per difendersi da contaminazioni di ogni genere, non ultima quella dell’immigrazione in corso, a Calais. Il regista si serve ancora di Isabelle Huppert e di Jean Louis Trintignant, con i quali costruì Amour (2012) forse la sua opera maggiore, almeno finora. di Vincenzo Basile

 

 Cannes 2017. Vivacità delle polemiche: ecco la questione morale di V.B. (Agenzia Radicale)

 - Cannes 2017, è la volta del Male e suoi derivati. Ma il cielo della Croisette è sempre più blu di V.B. (Agenzia Radicale)

The Dinner di Oren Moverman. Bullismo: cause ed effetti

The Dinner,  il film di Oren Moverman sul tema del bullismo, tratto dall’omonimo romanzo dell’olandese Herman Koch, è in effetti  il terzo remake cinematografico,  giunto dopo Het Diner di Menno Meyjer e I Nostri Ragazzi di Ivano De Matteo. di Giovanna D’Arbitrio