19/01/20 ore

MOSTRE

Numen ospita il maestro, di Eugenio Sgaravatti

Con molto piacere mi trovo ad ammirare una nuova mostra di Eugenio Sgaravatti dove sono esposti i suoi  ultimi quadri, produzione che attendevo con molto interesse. Sono trenta quadri di formato relativamente grande, la cui dimensione massima è di oltre un metro circa, eseguiti con tecnica mista, che accompagnano una piacevole prospettiva dell’ampio salone espositivo di “Numen”, da cui deriva il titolo della mostra, scelto non a caso:  “Numen ospita il maestro”. di Giovanni Lauricella

Audiovideo del vernissage della mostra di Doina Botez: Memorie di un vissuto recente

Memorie di un vissuto recente, la splendida mostra di Doina Botez al Palazzo Santa Chiara di Roma, ha ottenuto un significativo successo per il contenuto artistico, culturale e politico che esprimeva.

Sviluppata su due piani convergenti ma con un unico segno le domande di libertà, il no alla rassegnazione, la lotta contro la limitazione dei diritti…

 

- Doina Botez: Memorie di un vissuto recente recensione di Giovanni Lauricella

Memorie di un vissuto recente. Presentazioni di Carla Mazzoni e Giuseppe Rippa

Esuvia di Sandro Bellomo nel palazzo Pamphilj a Roma

Nel palazzo Pamphilj, uno tra i più importanti e spettacolari palazzi nel centro storico di Roma, che dà su piazza Navona, si è aperta una mostra di Sandro Bellomo, pittore di famiglia leccese, ma nato a New York, organizzata da Chapeau di Massimo Rossi in collaborazione con Etich Borromini Gallery. La galleria è parte integrante di questo importante edificio, nella splendida cornice del palazzo, voluto dal Papa Innocenzo X Pamphilj, progettato dall’architetto Girolamo Rainaldi tra il 1644-50, posto proprio a fianco della chiesa barocca di S. Agnese in Agone del Borromini: vi si possono ammirare 13 quadri di questo particolare artista… di Giovanni Lauricella

Doina Botez: Memorie di un vissuto recente

Fra le antiche pareti di Palazzo Santa Chiara, con la cura di Carla Mazzoni e Giuseppe Rippa, promossa dal Centro Studi Arte Contemporanea Preferiti e dalla Nuova Associazione Amici di Quaderni Radicalicon il patrocinio dell’Ambasciata di Romania in Italia, dell'Istituto Culturale Romeno e dell'Accademia di Romania in Roma, si è inaugurata il 13 dicembre Memorie di un vissuto recente, mostra di rilevante importanza storica e politica della pittrice rumena Doina Botez, vittima delle persecuzioni nell’est europeo quando era sotto la morsa del dominio comunista egemonizzato dall’Unione Sovietica. di Giovanni Lauricella

Memorie di un vissuto recente. Presentazioni di Carla Mazzoni e Giuseppe Rippa

Whisper Only to you, la mostra di Yeesookyung al Museo di Capodimonte e al Madre di Napoli

Whisper Only to you, la mostra delle opere della sudcoreana Yeesookyung, a Napoli, (dal 12/10/2019 al 13/1/2020), al Museo di Capodimonte e al Madre, è nata da  un'idea del Direttore del Museo e del Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger e del Direttore del Madre Andrea Viliani, che hanno avuto la  collaborazione della professoressa Sabrina Rastelli. di Adriana Dragoni

Memorie di un vissuto recente, mostra di Doina Botez. Presentazioni di Carla Mazzoni e Giuseppe Rippa

Presso il Palazzo Santa Chiara a Roma (piazza S. Chiara, 14), venerdì 13 dicembre 2019 alle ore 17.30, si terrà il vernissage della mostra di Doina Botez Memorie di un vissuto recente promossa dal Centro Studi Arte Contemporanea Preferiti e dalla Nuova Associazione Amici di Quaderni Radicali. La mostra è curata da Carla Mazzoni e Giuseppe Rippa. Di seguito la loro presentazione ... 

Achille Perilli – Works. Opere dal 1958 al 2008 alla Galleria d’arte Marchetti

In In quella che è una tra le più grandi e belle gallerie che si trovano in via Margutta, la mitica strada degli artisti romani, abbiamo la mostra di Achille Perilli uno tra gli ultimi ”leoni” della neoavanguardia, che, a differenza di molti suoi illustrissimi colleghi ancora vive, a novantadue anni suonati lavora alla faccia di chi vuole questo periodo tramontato. di Giovanni Lauricella

Armonici contrasti: Etty Bruni pittrice e Annamaria Polidori scultrice al Palazzo Santa Chiara a Roma

Nella splendida cornice di Palazzo Santa Chiara, con la cura di Carla Mazzoni, espongono due artiste: Etty Bruni, pittrice, e Anna Maria Polidori, scultrice. Esponendo insieme ne viene fuori un inevitabile confronto tra i due differenti indirizzi artistici che la colta curatrice fa ipoteticamente convivere nella sensazione che offe un mitico titolo dato alla mostra Harmony show che è quello della famosa esposizione avvenuta a New York nel 1913, dove per la prima volta, nella sede della 69° Regiment Armony  venivano mostrate tutte le ultime tendenze artistiche europee, novità a quel tempo per gli americani, che si erano sempre distinti per seguire il realismo. Un evento dirompente per la cultura americana che negli ampi saloni del Palazzo Santa Chiara echeggia a dare ènfasi alle opere esposte dalle due artiste nella mostra dal titolo “Armonici contrasti”. di Giovanni Lauricella

HIPPIE di Marco Cecioni, dal 20 novembre al Frame Ars Artes di Napoli

Hippie è il titolo della Mostra con cui Marco Cecioni ritorna a Napoli per una nuova edizione del modulo Desart (Arte e Disegno) di Frame Ars Artes, lo spazio multiculturale del Corso Vittorio Emanuele, 525.

Cuba introspettiva a La Nuova Pesa di Roma

Nella galleria “La Nuova Pesa” si possono vedere le opere di nove artisti cubani, una novità per noi italiani che non conosciamo le nuove proposte culturali di questo paese. Sono foto, installazioni, video e disegni di artisti di diverse generazioni, dal 1980 ad oggi che Giacomo Zaza, studioso della realtà cubana, ci propone in un ambizioso progetto politico intitolato Cuba introspettiva… di Giovanni Lauricella

Gemito, le sculpteur de l'ame napolitaine: a Parigi la mostra che apre la stagione napoletana

È un successo!” informa da Parigi Carmine Romano e il tono entusiasta delle sue parole non lascia dubbi. La mostra “Gemito. le sculpteur de l'ame napolitaine” di cui è uno dei curatori, ha conquistato pubblico e critica. La Parigi razionalista e giacobina comprende e ammira l'accorata realtà dell'artista napoletano. La mostra (dal15/10.al 26/1) è nel Petit Palais, il Musée des Beaux Arts de la Ville, un edificio, nient'affatto petit, costruito per l'esposizione universale del 1900, che non sfigura al cospetto del Grand Palais, che gli sta di fronte con la sua copertura in vetro e acciaio la più grande d'Europa. di Adriana Dragoni

A little stories di Mauro Molle alla Galleria Fidia di Roma

Alla Galleria Fidia, vicino piazza del Popolo, sono esposte le opere pittoriche di Mauro Molle, mostra intitolata “A little stories” a cura di Romina Guidelli autrice del catalogo. Oltre ad alcune opere su carta di formato ridotto, di mezzo metro circa, le altre sono di formati impegnativi che arrivano a uno e sessanta. Voglio sottolineare la dimensione perché sono quadri di soggetti realisti dipinti con perizia: una bella fatica che è sempre più rara nel campo dell’arte, ormai da lungo tempo dedito al Ready-made o ad esemplificazioni di tipo minimalista. di Giovanni Lauricella

Robert Morris, Monumentum 2015-2018 alla Galleria Nazionale di Roma

A un anno della scomparsa e a quaranta dalla sua ultima mostra allo GNAM, Robert Morris (1931 -2018) è di nuovo tra le mura della Galleria Nazionale (ex GNAM). Ecco alcune figure umane di altezza naturale, che altro non sono che le vesti di individui incappucciati senza volto, vere sculture fatte di stoffe irrigidite dalla resina epossidica o dalla fibra di carbonio, che però ricoprono persone assenti, quelli che si vedono sono panneggi barocchi, vuoti ma abitati da fantasmi. Dodici gruppi scultorei in un unico ambiente; una visione inquietante che emana oscuri presagi… di Giovanni Lauricella

Napoli, Napoli di lava, di porcellana e di musica al Museo di Capodimonte

Napoli, Napoli di lava, di porcellana e di musica”, in mostra a Capodimonte, ci porta in un viaggio nel tempo: nella Napoli capitale di un Regno. È il 4 novembre 1737, giorno onomastico del re Carlo di Borbone, che appena tre anni prima ha conquistato il trono. E già si inaugura (onore alle maestranze napoletane) il teatro San Carlo, che mette in scena l'opera “Achille in Sciro” musicata dal pugliese Domenico Sarro. L'architetto ne è un ufficiale dell'esercito borbonico: il leccese Antonio Medrano. Il quale è anche l'architetto della reggia di Capodimonte. di Adriana Dragoni

Tecniche d’evasione. Strategie sovversive e derisione del potere nell'avanguardia ungherese degli anni '60 e '70

Artisti molto creativi e desiderosi di libertà, per contingenze storiche avverse, sovente si trovano a operare in un paese opposto alle loro pretese, in uno scenario deprimente come quello che viene riproposto nella mostra “Tecniche d’evasione, Strategie sovversive e derisione del potere nell’avanguardia ungherese degli anni ’60-’70”, al Palazzo delle Esposizionidal 4 ottobre 2019 al  6 gennaio 2020. di Giovanni Lauricella