Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

30/10/20 ore

MALEDETTA POLITICA

Maledetta politica. Il virus informativo sulla seconda ondata di Covid-19

In preda al panico da seconda ondata, peraltro ampiamente prevista, il Paese sembra colto invece di sorpresa. Anche oggi, come lo scorso marzo, i media italiani stanno svolgendo il proverbiale ruolo deformante, mostrando, amplificati, tutti i vizi che più volte in passato su Agenzia Radicale e Quaderni Radicali sono stati oggetto di analisi. Ponendo l'accento sulle peculiarità del momento, Geppi Rippa, sollecitato da Antonello Marulo, ne discute nel consueto appuntamento con Maledetta Politica.

Maledetta politica. Giuseppe Conte tira a campare, l'Italia può tirare le cuoia

"Meglio tirare a campare che tirare le cuoia", la celebre massima di Giulio Andreotti sembra esser stata fatta propria da Giuseppe Conte. Ci si chiede, allora, fino a quando il Paese se lo potrà permettere. Ragionevolmente, non per molto ancora, senza che ci siano ricadute gravi che portino a un punto di non ritorno. Ne discute Geppi Rippa, sollecitato da Antonello Marulo, nel nuovo numero di Maledetta Politica.

 

- Maledetta politica. Giuseppe Conte tira a campare, l'Italia può tirare le cuoia (Agenzia Radicale Video)

Maledetta Politica. L’antipolitica di Pannella nel falso storico di Giuliano Ferrara

Una volta gli articoli di Giuliano Ferrara si apprezzavano, al di là del loro contenuto, per la lucidità e il rigore delle argomentazioni. Da quando Ferrara vanta i suoi “nuovissimi alleati strategici” dei 5Stelle, anche la costruzione dei suoi pezzi sembra risentire della loro abitudine ai solecismi e al vizio del rovesciamento mistificatorio. Succede nel recente articolo uscito sul «Foglio», dove Ferrara promuove il voto favorevole al referendum costituzionale sulla riduzione dei parlamentari e se la prende con gli eredi di Pannella, accusandoli di essere fra gli iniziatori di quell’anti-politica che oggi – a parole secondo lui – dicono di contrastare chiedendo di votare No… È sui termini di questa posta in gioco che si sofferma nella rubrica Maledetta Politica il direttore Giuseppe Rippa nella conversazione con Antonio Marulo, che qui proponiamo... di L.O.R.

 

- Maledetta Politica. L’antipolitica di Pannella nel falso storico di Giuliano Ferrara (Agenzia Radicale Video)

Maledetta Politica. Potere, giustizialismo, moralismo, statalismo... e tutto ciò che lega 5Stelle e Pd

La strana alleanza politica, nata inaspettatamente dalle scelte per taluni improvvide della Lega di un anno fa, si tiene su alcuni capisaldi che uniscono più di quanto si possa immaginare, al di là delle apparenti divergenze, M5S e Partito democratico. Ne discute Geppi Rippa, con Antonello Marulo, nella rubrica di Agenzia Radicale, Maledetta Politica.

Maledetta Politica. Stato d'emergenza o... di necessità

Nato da una presunta emergenza, quella dei pieni poteri di Salvini, Giuseppe Conte si "aggrappa" al Covid-19, consapevole che il suo sgangherato governo può vivere solo e più che mai d'emergenza. Ne discute Geppi Rippa, con Antonello Marulo, nella rubrica di Agenzia Radicale, Maledetta Politica.

Maledetta Politica. Gli Stati generali di un Governo che non sceglie

Usciti dall'emergenza sanitaria in senso stretto, l'Italia affronta la tempesta economica e sociale post-quarantena con un governo Conte che non fa nulla per smentire la cattiva fama che si è costruito in questi mesi. Anzi, con i cosiddetti Stati generali si è voluto confermare quanto di brutto si dice sul conto di una classe politica inconcludente e incapace di assumersi la responsabilità delle scelte. Ne discute Geppi Rippa, con Antonello Marulo, in Maledetta Politica su Agenzia Radicale.

Maledetta Politica. Gli autogol del Parlamento

Messo ai margini più del solito dalla quarantena, il Parlamento torna protagonista della scena politica con dibattiti d'aula che si susseguono a ritmi sostenuti. In questa settimana, addirittura ben due momenti solenni - la sfiducia al ministro di Giustizia Bonafede e le comunicazioni del Presidente Conte - hanno fornito l'opportunità per fare passerella elettorale in diretta televisiva. "Chiamato a rivelare la sua forza decidente", il Parlamento ha così confermato di non sapersi dare un ruolo di qualità nella crisi che viviamo. Ne discute Geppi Rippa, con Antonello Marulo, in Maledetta Politica.

Maledetta Politica. Fino a quando possiamo permettercelo, il Governo Conte?

Già il "cura Italia" non aveva lasciato spazio a tante illusioni. Ora il nuovo decreto, cosiddetto "Rilancio", conferma l'approccio di questo Governo, che fa dell'assistenzialismo il perno del suo agire. Nei fatti il testo non è ancora stato lincenziato, ma da quando si apprende dalle bozze e dalle conferenze stampa-spot, c'è poco da stare allegri. Sarà probabilmente l'ennesima occasione mancata che può trascinare il Paese definitivamente nel baratro. È opinione diffusa che non sia questo il momento per una crisi di governo al buio. Resta da capire fino a quando possiamo permettercelo, il Governo Conte. Ne discute Geppi Rippa, con Antonello Marulo, in Maledetta Politica.

Maledetta Politica. Prescrizione, come ridurre i tempi del processo allungandoli

La legge Bonafede che abolisce di fatto la prescrizione è il nuovo casus belli nella sgangherata coalizione di governo cosiddetto “giallorosso”. In sé la questione è seria, investendo la difesa dello stato di diritto e di alcuni principi cardine di un sistema democratico e liberale; se non fosse tuttavia diventata un poco nobile pretesto per i soliti giochini di politica politicante di spregiudicati professionisti dell'anti-politica. Ne discute Geppi Rippa, sollecitato da Antonio Marulo, nel nuovo numero di Maledetta Politica.

Maledetta Politica. Referendum elettorale, la Corte Costituzionale da sempre ambigua sui quesiti

La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile il referendum voluto dalla Lega di Salvini per introdurre il sistema maggioritario a collegi uninominali, eliminando “il metodo proporzionale nell'attribuzione dei seggi in collegi plurinominali”, previsto dal cosiddetto Rosatellum in vigore. Si attende ora il dispositivo della sentenza per comprendere meglio le motivazioni della Consulta, che intanto ha diramato un comunicato stampa nel quale si accenna alla “manipolatività” del quesito, “proprio nella parte che, secondo le intenzioni dei promotori (i Consigli regionali di Veneto, Piemonte, Lombardia, Fruili Venezia Giulia, Sardegna, Abruzzo, Basilicata e Liguria, sotto la regia – a quanto pare – del padre del Porcellum, senatore Calderoli) avrebbe consentito l'autoapplicatività della normativa di risulta”.

La vicenda, tipicamente italiana, evidenzia alcune peculiari del nostro sistema politico-istituzionale (dall'ambiguo ruolo della Corte Costituzionale, all'uso strumentale della materia elettorale fatto a turno dai partiti o presunti tali) che Geppi Rippa evidenzia fra l'altro – sollecitato da Antonio Marulo - in questo nuovo appuntamento con Maledetta Politica.

Maledetta Politica. 2019 annus horribilis, 2020...

Non c'è limite al peggio nella politica italiana, come dimostrano gli accadimenti nell'annus horribilis, che sta per chiudersi con la consueta farsa sulla legge di bilancio, approvata da un Parlamento ridotto a utile e idiota comparsa. Difficile pensare a un 2020 diverso e migliore. I presupposti non lasciano ben sperare. "L'ottimismo è il sale della vita", recitava lo slogan. Ma che fatica con questi attori in campo! Ne discute Geppi Rippa, con Antonio Marulo, in Maledetta Politica.