Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

26/04/17 ore

MALEDETTA POLITICA

Maledetta Politica - L’ambiguo Avvenire col Movimento 5 Stelle

Il voto cattolico e il grillismo. Il tema mancava ancora all’appello e si faceva attendere nel dibattito, in vista delle prossime elezioni. La lacuna è stata colmata dal gioco di sponda nello stesso giorno tra il quotidiano della CEI e il Corriere della Sera (“Cairo edition”): il primo ospitando la tipica e infelice ambiguità di Beppe Grillo; il secondo offrendo il politicante contributo alla causa del direttore dell’Avvenire Tarquini, sulla presunta sintonia sui grandi temi tra cattolici e Movimento 5 Stelle. Ne discute Geppi Rippa, con Antonio Marulo, nel nuovo numero di Maledetta Politica.

Maledetta Politica - Nulla di Radicale nel modello “Rousseau”

La cosiddetta democrazia diretta ispirata alla piattaforma Rousseau, che il Movimeto 5 Stelle vorrebbe sperimentare a Roma, ha aperto il dibattito su quelle che Sabino Cassese ha definito sul Corriere della Sera le “strampalate proposte” che fanno parte di un “sogno irrealizzabile”. Geppi Rippa, sollecitato da Antonio Marulo, ne discute in Maledetta Politica, partendo dal confronto con le iniziative referendarie radicali, per nulla assimilabili al modello “democratico” dal basso spacciato a buon mercato dalla Casaleggio & Associati.

Maledetta Politica - Populismo, in Italia il terreno più fertile

Le elezioni in Olanda hanno visto la frenata dell'onda dell'estremista Wilders, mentre le consultazioni, seppur parziali, nella regione tedesca del Saarland, hanno fatto registrare la tenuta delle Cdu di Angela Merkel e un ridimensionamento della destra xenofoba di Alternativa per la Germania. Intanto, in Francia tutti i sondaggi danno l'outsider Macron vincente al probabile ballottaggio presidenziale con Marine Le Pen.

A differenza di quanto si temesse, sembrano esserci segnali in controtendenza rispetto alle più fosche attese elettorali anti-europeiste, sulla scia della Brexit e del fenomeno Trump negli USA. L'unica eccezione potrebbe manifestarsi in Italia, dove la deriva populista non sembra trovare al momento ostacoli capaci di arginarne la forza disgregante. Ne discute Geppi Rippa con Antonio Marulo, in questo nuovo appuntamento con Maledetta Politica

Maledetta Politica - Media e regime: la verità nascosta

Il Time si chiede questa settimana in copertina se la verità sia morta. La domanda è quanto mai di attualità, anche se la questione, almeno in Italia, è a dir poco annosa. Non a caso Pannella gridava, in tempi non sospetti o quasi, ai "ladri di verità". Oggi, tra fake news, post e alternative verità, la corsa è piuttosto a chi la spara più "verosimile", con la complicità di un sistema informativo come sempre omologato nella descrizione e nell'interpretazione dei fenomeni, seppur con variazioni sul tema, grazie al dilagare delle nuove tecnologiche. Geppi Rippa, con Antonio Marulo, ritorna così, in Maledetta Politica, a fare il punto su ciò che Quaderni Radicali definiva il "nocciolo duro del regime".

Maledetta Politica - Garantismo/giustizialismo, corto-circuito nella crisi di sistema

La rissa tra Pd e 5 Stelle sul caso Lotti rappresenta solo un nuovo ed ennesimo capitolo di una storia antica che ha segnato nella sua peculiarità patologica il corto-circuito politica-giustizia. Da qui partono le riflessioni di Geppi Rippa, sollecitate da Antonio Marulo, sulla crisi di sistema e il caso Italia, in questo nuovo appuntamento con Maledetta Politica.

Maledetta Politica - La diaspora dei Radicali dopo Marco Pannella

L’implosione della cosiddetta galassia radicale è tema di questo numero di Maledetta Politica, nel quale Geppi Rippa, sollecitato da Antonio Marulo, analizza le dinamiche di una parabola che segnano la fine di un’era, partendo dalle ragioni pregresse che hanno portato a questo epilogo.

Maledetta Politica - Partito democratico, la fine senza fine

Tutto ebbe inizio con la candidatura alla segreteria di Michele Emiliano. Poi si proseguì con la deriva barricadera e “rivoluzionaria socialista”, con tanto di foto dei tre “scissionisti” del Testaccio sotto l’egida del re dei rottamati Massimo D’Alema. Seguì il give me five del giorno dopo col segretario uscente, preludio del contrordine all’insegna dell’armiamoci e partire, perché io resto e rilancio la candidatura. Questa in sintesi la parabola levantina di una settimana tragicomica, da cui prendono spunto le riflessioni di Geppi Rippa nalla conversazione con Antonio Marulo, in Maledetta Politica, sullo stato dell’arte nel Partito democratico.

Maledetta Politica - Un Porcellum dietro l'altro...

Con la pronuncia della Corte Costituzionale si è aperta ufficialmente la giostra elettorale su tempi e modi del voto. Condizionato dall'ultimo sondaggio e dall'istinto di sopravvivenza di ciascun partito o movimento, di ciascun leader o presunto tale, il gioco resta dominato da "interessi particulari" contrastanti che - inesorabilmente - producono un porcellum dietro l'altro. Ne discute Geppi Rippa - con Antonio Marulo - in Maledetta Politica.

Maledetta Politica - Trump, la deriva piena d’incognite

E' iniziata ufficialmente l'era Trump, con il pesante fardello delle tante incognite sui nuovi assetti politico-economici mondiali. Il discorso d'insediamento - al di là dello scontato motto "l'America prima di tutto", espresso in perfetto stile da campagna elettorale perenne - lascia perplessi nella sostanza di alcuni affermazioni che tratteggiano in modo grossolano le linee guida di una politica più adatta agli anni 50 del secolo scorso, in quanto trascurano gli effetti del cambio di paradigmi economici e tecnologici rispetto al passato che la renderebbero più che mai inefficace. Nel discute Geppi Rippa - sollecitato da Antonio Marulo - in questo numero di Maledetta Politica.

Maledetta politica: ALDE / Movimento 5 Stelle: il “trasformista”

I liberali autentici e un po' nostalgici si stavano per l’appunto chiedendo cos’altro avrebbe dovuto fare l’ALDE per peggiorare ulteriormente la sua già compromessa reputazione, dopo la bozza d’accordo Verhofstadt-Grillo per l’ingresso del Movimento 5 Stelle fra gli europeisti convinti del Parlamento comunitario. Alla fine tutto è rientrato, perché evidentemente c’è un limite alla decenza. Resta comunque agli atti la maldestra e dilettantesca operazione “tecnica” – come l’ha definita Di Maio –, tra opportunismo e spudorato trasformismo, che il comico ligure ha messo in piedi per la “roba” e per farsi accreditare da quell’odiato “establishment” che poi ci ha ripensato sbattendo la porta. Ne discute Geppi Rippa, con Antonio Marulo in Maledetta Politica.

Maledetta Politica - Partito Democratico, la crisi nella crisi

Dunque Renzi non ha "mangiato il panettone". Così, questa fine d’anno ci regala un paese in piena crisi politica, le cui dinamiche dipendono sostanzialmente dallo scontro interno al Partito Democratico che ha radici lontane, ben descritte e analizzate, passo dopo passo, da più di un fascicolo di Quaderni Radicali. Ne discute Giuseppe Rippa, con Antonio Marulo, in questo numero “natalizio” di Maledetta Politica.