21/07/18 ore

ECONOMIA

Luigi Di Maio, ministro del sotto-sviluppo economico

Il confronto televisivo Di Maio-Boccia, da Enrico Mentana su La7, ha fatto emergere la distanza non piccola che separa oggi il Governo da Confindustria sulle prime mosse economiche volute o annunciate dal ministro del Lavoro. Dal punto di vista grillino ciò potrebbe essere interpretato come un ottimo segnale che si sta andando nella direzione giusta: contro l'establishment, i poteri forti, la casta e bla bla bla. Se si osservano le cose con meno faziosità, provando a capire dove portano certe scelte, si ha invece la conferma di quanto l'approccio grillino, improntanto perlopiù al sottosviluppo, possa diventare controproducente al di là delle buone intenzioni. di Antonio Marulo


Archivio notizie di Agenzia Radicale

é uscito il N° 114 di Quaderni Radicali

"Per un vero Partito Democratico"

 

Presentazione a Roma il 27-6-17

sala stampa della Camera dei Deputati

videoag.jpg
qrtv.jpg