Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

23/05/24 ore

CODA, di Sian Heder. Vincitore di 3 Premi Oscar


  • Giovanna D'Arbitrio

CODA - i segni del cuore, scritto e diretto da Sian Heder, remake di La famiglia Bélier (2014) di Éric Lartigau, ha vinto tre Premi Oscar 2022, come miglior film, migliore sceneggiatura non originale e miglior attore non protagonista a Troy kotsur

 

CODA (acronimo di Children of Deaf Adults), racconta la storia di Ruby (Emilia Jones), diciassettenne e unica persona udente della sua famiglia: all’alba, prima di entrare a scuola, Ruby aiuta i suoi genitori Frank e Jackie (Marlee Matlin e Troy Kotsur) e suo fratello Leo (Daniel Durant) nella loro attività di pescatori lungo la costa del Massachusetts.

 

Quando nota che Miles, il ragazzo di cui è innamorata, si sta iscrivendo al coro della scuola, Ruby lo imita, anche perché ha una grande passione per il canto: entra così nel coro della scuola diretto dal maestro Bernardo Villalobos (Eugenio Derbez) che, pur mostrandosi molto severo con lei per i suoi ritardi dovuti a motivi familiari, ne ammira il talento e la convince a prepararsi per un'audizione presso una prestigiosa scuola.

 

Purtroppo Frank e Leo, mentre pescano da soli, vengono intercettati dalla guardia costiera per non aver risposto ai clacson delle navi e alle chiamate radio: riescono a riavere la loro licenza a condizione che abbiano sempre a bordo una persona udente. Ruby vorrebbe rinunciare al canto per aiutare la famiglia, ma Leo si oppone.

 

L’intera famiglia si reca quindi a Boston con Ruby per la sua audizione al Berklee College dove, non potendo entrare nella sala delle audizioni, da un balcone i familiari riescono a seguire la performance di Ruby che per loro illustra la canzone in lingua dei segni.

 

Il film si conclude con un happy ending che qui è meglio non svelare e continua ad aver successo anche in Italia, dopo aver ottenuto numerosi riconoscimenti in tutto il mondo. Senza dubbio notevoli regia e sceneggiatura di Sian Heder, cast, musiche di Marius de Vries, scenografia di Diane Lederman

 

Il film è stato girato con attori non udenti e Troy Kotsur in un’intervista ha ricordato la tensione che hanno provato sul peschereccio, in mare aperto: una situazione troppo pericolosa per attori sordi che tuttavia hanno scoperto di essere in grado di capire come comportarsi, evitando le controfigure.

 

Ecco il trailer ufficiale del film (da Eagle Pictures)

 

 


Aggiungi commento