Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

25/05/19 ore

Egitto, pena di morte di massa per i Fratelli musulmani



Avere partecipato a manifestazioni non autorizzate, avere istigato alla violenza e incendiato edifici pubblici,  avere creato problemi alla circolazione stradale. Con queste accuse il tribunale egiziano di Minya in Alto Egitto ha condannato a morte la guida spirituale dei fratelli musulmani, Mohamed Badie, e altri 700 militanti dei fratelli musulmani fedeli al deposto presidente Mohamed Morsi.  Lo hanno reso noto fonti della magistratura egiziana.

 

E' stato invece deferito il caso al Gran Mufti d'Egitto, nell'ambito del processo contro oltre 1.200 sostenitori della Confraternita. La stessa corte ha commutato in ergastolo la pena capitale a 492 pro Morsi dei 529 condannati a marzo.

 

Poco prima della sentenza, gli avvocati della difesa di 12 degli imputati si sono ritirati in segno di protesta contro il giudice, che secondo loro non avrebbe rispettato i diritti dei loro assistiti.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna