Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

09/08/22 ore

Green Hill, affidati i primi beagle: per loro ‘vacanze romane’


  • Serena Guerrera

Sono su un vagone di prima classe i sei beagle, due adulti e quattro cuccioli, che stanno per arrivare nella Capitale per essere accolti e adottati – finalmente - da una vera famiglia. Basta sofferenza. Inizia per loro una nuova vita.

 

Dopo lunghe battaglie i cani sono stati liberati dal lager Green Hill (la nota azienda di Montichiari, sequestrata la scorsa settimana dal Corpo Forestale dello Stato, che allevava cani beagle per i laboratori di vivisezione). I cani erano costretti esclusivamente alla vita nelle gabbie, i loro occhi abituati solo ad una luce artificiale, le loro zampe non avevano mai toccato l'erba. Ora, per i cuccioli tratti in salvo arrivano coccole, croccantini e cure amorevoli.

 

Le loro pene hanno commosso molte persone, scatenato l'ira di molti animalisti, che sin da subito hanno fatto di tutto per salvare i cani dal canile lager. Oggi tra i cuccioli la prima ad essere stata adottata è Vegan, un nome non scelto a caso: una mamma “ex fattrice” ora in dolce attesa. A prendersi cura di lei ci penserà Giuliano Floris, esponente del Coordinamento 'Salviamo i cani di Green Hill', che si è mostrato emozionato prendendo in braccio la sua cucciola.

 

Anche Michela Brambilla, presidente della Leidaa (Lega Italia Difesa Animali e Ambiente), particolarmente sensibile ad attiva per la chiusura di Green Hill, si è dichiarata soddisfatta: “oggi è una giornata particolare e indimenticabile: per i beagle significa libertà, per me ha il significato di una promessa mantenuta".

 

Sono circa 2400 i beagle in cerca di casa. Per chi volesse adottarne uno la procedura è semplice, basta compilare un modulo che si trova on line sul sito della Lav, di Legambiente o delle altre associazioni di “Sos Green Hill”. Le candidature raccolte saranno poi inoltrate a Legambiente e Lav, che si occuperanno in seguito della selezione delle persone idonee all’affido temporaneo dei cani.


Aggiungi commento