Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

09/12/19 ore

Boy erased, di Joel Edgerton. Omosessualità: identità cancellate


  • Giovanna D'Arbitrio

Scritto e diretto da Joel Edgerton, il film Boy erased- Vite cancellate,è basato sulla storia vera di Garrard Conley, raccontata nel suo libro “Boy Erased: A Memoir”, pubblicato negli Stati Uniti nel 2016 e tradotto in italiano nel 2018 con il titolo Boy Erased - Vite cancellate (Ed. Black Coffee). 

 

Il film racconta la storia di un adolescente, Jared Eamons (Lucas Hedges), figlio di un pastore battista (Russell Crowe) dell'Arkansas. Iscrittosi al college, una sera viene violentato dal suo compagno di stanza. Ammettendo di essere attratto dagli uomini, viene iscritto dai genitori al un centro religioso, Love in Action, nel quale con il programma “Rifugio” pratica una terapia di conversioneper cancellare qualsiasi tendenza omosessuale. 

 

Purtroppo Jared, ragazzo intelligente e riflessivo, si accorge che il percorso riabilitativo si avvale di metodi violenti e repressivi, dettati solo da machismo e oscurantiste opinioni religiose, prive di fondamento scientifico, nonché finalizzate a lauti guadagni.

 

Sua madre, Nancy Eamons (Nicole Kidman) casalinga succuba del marito, per fortuna alla fine comprende i pericoli del programma “Rifugio” e aiuta il figlio a scappare dal centro. Jared  riprende il controllo della sua vita e pur non provando odio per il padre, gli rinfaccia comunque gli errori da lui commessi in un drammatico dialogo.

 

Joel Edgerton, oltre ad aver scritto e diretto il film, si è ritagliato anche come attore il difficile ruolo di Victor Sykes, che sotto le mentite spoglie del mentore cristiano, si rivela un bieco aguzzino e violento manipolatore.

 

Con questo film di denuncia, Edgerton ci induce a riflettere su un fenomeno che a quanto pare è ancora molto diffuso in Usa, come si legge nei titoli di coda che, oltre a presentare agli spettatori i personaggi reali della storia, sottolineano il numero davvero impressionante di centri di conversione, tuttora esistenti in un paese che si vanta di essere civile.

 

Il film ha ottenuto due candidature ai Golden Globe (per il miglior attore in un film drammatico a Lucas Hedges, per la migliore canzone originale Revelation) e altri riconoscimenti.

 

Ecco un video interessante (mymovie.it).

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna