Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

19/04/21 ore

Lucy in the Sky, di Noah Hawley. Dallo spazio alla dura realtà terrena


  • Giovanna D'Arbitrio

Atteso in Italia per il 2020, ma visto da pochi per i vari lockdown dovuti al Covid19, ora disponibile su Netflix, Lucy in the Sky, diretto da Noah Hawley, è ispirato alla storia vera dell'astronauta Lisa Nowak e alla sua relazione con il collega William Oefelein, anche se il regista usa nomi  diversi per i personaggi. Il titolo, invece, fa riferimento alla canzone Lucy in the Sky with diamonds dei Beatles.

 

Lisa Marie Caputo (Washington,1963), astronauta statunitense, sposata con Richard Nowak (dal quale ha avuto tre figli), dopo aver conseguito una laurea in ingegneria aerospaziale all'Accademia Navale Usa e un master in ingegneria aeronautica, nel 1987 intraprese la carriera militare come pilota, ottenendo il grado di capitano. Selezionata e addestrata come astronauta, partecipò alla missione STS-121 dello Shuttle. Nel 2007 fu arrestata con l'accusa di tentato omicidio ai danni di Colleen Shipman, sua rivale in amore.

 

Traendo ispirazione da tale storia, il film ci mostra fin dalle prime immagini l’astronauta Lucy Cola (Natalie Portman) mentre torna sulla Terra dopo una missione spaziale. Al suo rientro, tuttavia, Lucy appare sempre più segnata a livello psicologico da tale esperienza: inizia infatti a perdere contatto con la realtà e ad allontanarsi dalla sua famiglia fino a intrecciare una relazione extra-coniugale con un collega, l’affascinante Mark Goodwin (Jon Hamm) che sembra comprendere i suoi problemi. 

 

Dopo aver contemplato la Terra dall’immensità dello spazio, Lucy non riesce a riabituarsi alla normale vita quotidiana e pertanto il suo equilibrio psichico cede sotto l’incalzare di alcuni eventi: esclusa da successivi viaggi spaziali ai quali anela con tutte le sue forze, tradita dal suo amante, provata dalla morta dell’amata nonna, entra in una crescente spirale emotiva che la porta ad aggredire la sua rivale

 

Colpisce l’immagine della farfalla catturata da sua figlia: liberata, s’innalza verso il cielo, simbolo di Lucy, astronauta che vorrebbe volare di nuovo nello spazio, ma è intrappolata sulla terra: un personaggio tormentato, ben interpretato da  Natalie Portman. Al suo fianco, alcuni attori noti per aver recitato in serie televisive, come Jon Hamm (serie: Mad Men), Dan Stevens (serie: Legion e Downton Abbey). Completano il cast Zazie Beetz, la grande Ellen Burstyn e il caratterista Colman Domingo. Notevoli fotografia di Polly Morgan, musiche di Jeff Russo, scenografiadi Stefania Cella.

 

Penso che il comportamento delle persone non abbia una sola ragione.- ha affermato Natalie Portman.- Credo che ci siano dietro tante cose. E inoltre, talvolta capita che la gente faccia cose che non capisce, come se noi stessi qualche volta non capissimo quel che facciamo, per cui penso che ci siano tante pressioni diverse su Lucy”.

 

Noah Hawley, al suo esordio come regista con questo film, è noto soprattutto come sceneggiatore, produttore di diverse serie televisive, come Bones, The Unusuals, Fargo (vincitore di un Golden Globe), Legion. Ha scritto anche cinque romanzi: La congiura dei lunghi, I matrimoni degli altri, The Punch, Un bravo padre e Prima di cadere.

 

Ecco il trailer ufficiale del film (FilmsNow Italia)

 

 


Aggiungi commento