Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

26/11/20 ore

Todi: tra disfide e mostre d’arte. Fitto calendario d'eventi tra ottobre e novembre



Todi è una cittadina medievale dal fascino ed eleganza unica, che sorge in cima ad una collina a dominare l’incantevole valle del Tevere.

 

Situata a pochi chilometri da Perugia e Orvieto, la cittadina è circoscritta tra tre cerchia di mura (etrusche, romane e medievali) che racchiudono innumerevoli tesori.

 

Centro storico di straordinaria bellezza, culla della civiltà medioevale, Todi ha origini leggendarie riprese nel suo stemma, ha dato i natali a Jacopone da Todi, il poeta religioso più rappresentativo del XIII secolo e conserva testimonianze eccellenti di epoca etrusca, romana e rinascimentale.

 

Musei, chiese, palazzi, strade e vicoli: basta guardarsi intorno per rivivere un’atmosfera da sogno, che riecheggia un lontano passato.

 

Todi dunque è culla di Jacopone da Todi, città di arte e letteratura, con una grande vocazione all'arte contemporanea.

È il luogo ideale per assaporare la natura e l'aria aperta, prendersi i propri spazi, staccare dalle città

È casa di antichi sapori genuini, di vino da vigneti certificati DOC e olio unico di alta qualità. Una destinazione ideale in questo periodo, complice il fitto calendario di appuntamenti che anima la cittadina nei mesi di ottobre e novembre.

 


 

Ø  Dal 3 ottobre al 28 novembre 

INHABITED DESERTS – mostra fotografica di John Pepper 

 

Immagini analogiche, stampate in grande formato in bianco e nero senza artifici in post-produzione, un percorso di 53 fotografie che raccontano i grandi deserti del nostro pianeta attraverso lo sguardo dell’autore. Tre anni, 18.000 chilometri percorsi nei deserti di Dubai, Egitto, Iran, Israele, Mauritania, Oman, Russia e Stati Uniti, hanno permesso a John Pepper di scoprire luoghi suggestivi che esprimono complessità e diversità emotive oltre che geografiche. Le fotografie di Pepper non sono solo foto di viaggio, non rimandano ai luoghi reali in cui sono state scattate, bensì conducono lontano, in un luogo non fisico, dove l’immaginazione può ambientarsi e trovare terreno prolifico per sbocciare.


Il percorso espositivo della mostra è accompagnato dai video sul backstage del fotografo, con interviste alle guide che lo hanno accompagnato e ai personaggi incontrati. Un dietro le quinte attraverso cui il visitatore potrà intuire l’articolato processo creativo di Pepper, dai preparativi allo scatto fino alla stampa, condividendo così la piena esperienza dell'artista come fosse la propria. 

 

Preview stampa: venerdì 2 ottobre 2020 in cui avrà luogo la conversazione internazionale Il confine assente: conflitti e nuove armonie.

 

Inaugurazione: sabato 3 ottobre 2020 con piccolo buffet della cantina Roccafiore.
John R. Pepper, nato e cresciuto a Roma, vive tra Palermo, Parigi e New York. La sua carriera nel mondo della fotografia analogica in bianco e nero inizia all’età di 14 anni con un percorso a fianco di Ugo Mulas e nello stesso anno pubblica una sua fotografia su Newsweek.


Lavora con la sua LeicaM6 e pellicola Ilford HP5, stampando su carta Baritata ai sali d’argento.

 

Inhabited Deserts

 

dal 3 ottobre al 28 novembre 2020
Curatori: Gianluca Marziani e Kirill Petrin
Museo civico e Pinacoteca - Piazza del Popolo, 29/30                   
Complesso del “Nido dell’Aquila” - Via Paolo Rolli, 12 - Todi (PG)
Orari: martedì - domenica: 10-13 e 15-19

 

 

Ø  9, 10, 11, 14 ottobre LA DISFIDA DI SAN FORTUNATO

 

A Todi il 9, 10, 11 e 14 ottobre 2020 si svolgerà "La Disfida di San Fortunato", una celebrazione storica per la festa del Santo patrono della città. Un lungo weekend autunnale in un’atmosfera medievale con guide, taverne, tamburini, falconieri, giullari, danze, sbandieratori e tanto altro!

 

Tra gli appuntamenti da non perdere durante l’evento:

 

• la mostra-mercato di artigianato locale, con prodotti tipici, hobbistica,gastronomia di Todi;

• Conferenza sui Templari;

• Percorso teatrale Briciole di Jacopone”;

• Palio dell’Aquila;

• Disfida di San Fortunato nel Centro Storico;

• Pranzo Medievale in costume al Nido dell'Aquila.

 

Nella fase conclusiva della manifestazione avrà luogo il Corteo Storico che muoverà da Largo De Sanctis, Largo d’Acquasparta, Via del Duomo, passando da Piazza del Popolo,  Via Mazzini e Via Ciuffelli  per raggiungere il Tempio di San Fortunato dove verrà celebrata la S.S. Messa in onore al Santo Patrono. 

 

 

 

Ø  11 ottobre MERCATO DEL PICCOLO ANTIQUARIATO

 

Torna domenica 11 ottobre 2020 a Todi l’appuntamento con la periodica fiera mercato del Piccolo Antiquariato e del Collezionismo.

 

L’Associazione Culturale inDivenire, già organizzatrice da diversi anni a Todi di FieraMente, ha dato vita ad AnticaMente, una nuova mostra-mercato dedicata solo al piccolo antiquariato, collezionismo e alle cose autentiche d’altri tempi, antecedenti agli anni ’60.


L’intenzione è quella di creare un appuntamento qualificato che metta il collezionismo e il piccolo antiquariato al centro delle attenzioni degli appassionati del settore, con la regia di bravi esperti.

 

AnticaMente, che si svolge con il patrocinio e il sostegno dell’Amministrazione Comunale tuderte, tornerà dal prossimo 13 settembre dopo l’interruzione dovuta alle disposizioni anti Covid.

 

Si svolgerà in via Menecali, ingresso principale per il centro storico della Città, davanti al tempio di S. Maria della Consolazione.

 

L'ingresso è gratuito.

 

 

Ø  16 ottobre - TODIMMAGINA – mostra fotografica

 

Dopo il lockdown da pandemia, documentato da una mostra collettiva ed esorcizzato dagli scatti ironici di Danilo D’Auria e Stefano Dell’Accio, Todimmagina quest’anno getta uno sguardo sul nuovo presente post-Covid-19 e sul futuro prossimo che ci aspetta.

 

What’s next di Alberto Giuliani affronta la sopravvivenza dell’umanità, tra cambiamenti climatici e pericoli biologici. Un viaggio intorno al mondo con personaggi da science-fiction. 
Una metafora visiva è Sophia, il robot umanoide fotografato da Giulio di Sturco, esempio rappresentativo di intelligenza artificiale. 


Le scienziate immortalate da Gerald Bruneau sono l’immagine delle donne simbolo di eccellenza e costituiscono la miglior risposta contro la disparità di genere. Donne sono anche le sette fotografeprotagoniste della mostra collettiva che sarà oggetto di una conferenza sulla fotografia tutta al femminile.

 

La ricerca di un futuro sostenibile prosegue con la mostra di Zoe Vincenti che ha fotografato una società libera e serena fondata su pratiche antiche come lo yoga integrale.

 

Le foto di Carlo Riccardi ci ricordano l’Italia del dopoguerra, della rinascita economica e della Dolce Vita rappresentando un esempio ottimista di ripartenza felice in questo periodo così inquieto.

 

Ogni appuntamento collegato alla mostra sarà trasmesso sulla Web-TVattiva del sito di Todimmagina in diretta e on demand.

 

 


Commenti   

 
0 #1 Marko 2020-10-02 11:42
L’échange de liens n’est rien d’autre que le fait de placer le lien du site de l’autre personne sur votre page au
bon endroit et l’autre personne fera de même pour vous.


My site: science (https://wiki-room.win/index.php/Technologie_de_marketing_efficace: https://wiki-room.win/index.php/Technologie_de_marketing_efficace)
Citazione
 

Aggiungi commento