Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

20/04/18 ore

Tasse Universitarie: Grasso che cola



Nel giorno del debutto ufficiale in assemblea nazionale doveva pur inventarsi qualcosa per stupire la platea di Liberi e Uguali.

 

Il Presidente del Senato Pietro Grasso, con le promesse elettorali che cominciano a piovere da tutte le parti, non ha voluto essere da meno, lanciando l'abolizione delle tasse universitarie, per gentile concessione della collettiva, al costo – secondo le stime - di circa 1,6 miliardi.

 

L'idea ha prestato il fianco a molte critiche, perché il provvedimento – così come configurato senza dettagli – appare solo Grasso che cola per gli studenti più ricchi, fermo restando che i meno abbienti già dispongono delle agevolazioni necessarie all'iscrizione – così come sottolineato da più parti, in primis il ministro dello Sviluppo Calenda.

 

Dopo due giorni di polemiche, il diretto interessato non è ritornato a quanto pare sul tema. Probabilmente sta studiando con il suo staff un'articolazione dell'idea più vicina alle sensibilità dell'area politica di riferimento. Al momento si può solo dire “brutta la prima!” (red.)

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna