Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

22/03/19 ore

Commessi-robot, i lavori che non esisteranno più



In un recente convegno sugli obiettivi di Europa 2020 l'ex ministro del Lavoro nel governo Letta, Enrico Giovannini sottolineava il fatto che il 40% delle tipologie di lavoro di oggi fra 15 anni non esisteranno più. Chissà se fra questi includeva anche quello dei commessi di negozio, anch'esso minacciato – oltre che dal faidate dei supermercati - dalla robotizzazione spinta, come dimostrerebbe la notizia - riportata dall'Ansa - che per gli acquisti natalizi la catena Usa di grandi negozi di ferramenta Lowe's ha deciso di impiegare due robot al posto dei tradizionali lavoratori cosiddetti stagionali.

 

"Chiamati OSHbot, i robot verranno impiegati sperimentalmente nell'Ochard Supply Store di San José, in California, dove potranno interagire con i clienti. OSHbot ha uno scanner e una telecamera 3D, parla diverse lingue ed è collegato in remoto a un commesso umano che può intervenire in caso di richieste 'difficili'.

 

Gli OSHbot possono rispondere alle domande più semplici degli utenti e, grazie allo scanner 3D, possono anche riconoscere parti e pezzi richieste dai clienti, indirizzandoli al giusto scaffale.

 

I robot sono anche in comunicazione wireless con un operatore umano che monitora la loro attività. Secondo Lowe's, i robot consentiranno ai commessi 'tradizionali' di dedicarsi a un livello più avanzato di assistenza, per esempio per lo sviluppo di progetti e offerte ai clienti, liberandoli dall'incombenza delle richieste più semplici".


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna