Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

23/05/17 ore

Maledetta Politica - Legge elettorale: in virtù di nuove leggi, chi perde voti acquista seggi



In questo autunno caldo che ci porterà al referendum del 4 dicembre, lo scontro sulla legge elettorale è destinato a tenere banco, intrecciandosi con i temi della riforma costituzione.

 

Smarrita la verve uninominale – anche da parte di chi si fece per anni fiero promotore del sistema “secco” all’americana – ai numerosi nostalgici del Proporzionale si contrappongono i fautori del doppio turno di coalizione, in luogo di un sistema – l’Italicum – rimasto senza padri e anche per questo destinato in un modo o nell’altro a morire sul nascere, dopo essere stato concepito su misura della quota 40%, ottenuta da Renzi alle ultime elezioni europee.

 

Comunque vada, non è da escludere l’ennesimo papocchio di regime, in linea con certe logiche consolidate ben sintetizzate in un noto slogan di Mino Maccari: “in virtù di nuove leggi/ chi perde voti acquista seggi”.

 

Ne parla Giuseppe Rippa con Antonio Marulo in questa puntata di Maledetta Politica.

 


 

- Maledetta Politica - Legge elettorale: in virtù di nuove leggi, chi perde voti acquista seggi (Agenzia Radicale Video)

 

(disegno da www.francescoocchetta.it)