Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

20/07/18 ore

L'ora più buia, di Joe Wright



Ancora presente con successo sugli schermi da diverse settimane L'ora più buia,di Joe Wright, racconta le vicende di Winston Churchill (Gary Oldman), Primo Ministro britannico, durante la II guerra mondiale.

 

Il film ha ottenuto diverse Nomination agli Oscar 2018, come Miglior Film, per Miglior attore a Gary Oldman, Migliore Fotografia a Bruno Delbonnel, Migliore Scenografia a Sarah Greenwood e Katie Spencer, Miglior trucco a David Malinowski, Lucy Sibbick e Kazuhiro Tsuji, Migliori Costumi a Jacqueline Durran.

 

Nel 1940 Winston Churchill, divenuto Primo Ministro dopo le dimissioni di Neville Chamberlain, deve prendere una grave decisione: negoziare un trattato di pace con la Germania nazista o continuare la guerra per difendere i valori democratici e la libertà in U.K.

 

Quando molti paesi europei crollano sotto l’avanzata delle milizie germaniche e la minaccia di invasione diventa imminente anche per il Regno Unito, Churchill dovrà coraggiosamente affrontare l’ora più buia della nazione.

 

Benché l'opinione pubblica non fosse preparata, il re Giorgio VI si mostrasse inizialmente scettico e il suo stesso partito (quello conservatore) tramasse contro di lui, Churchill riuscirà a mobilitare l'intera nazione, cambiando il corso della storia mondiale con la forza dei suoi memorabili discorsi e l’indimenticabile frase ”We shall never surrender!” (Non ci arrenderemo mai!). E non a caso una delle ultime frasi del film è “Churchill ha mobilitato la lingua inglese e l'ha spedita in battaglia”.

 

L’ora più buia è una vera e propria biografia di Churchill durante il periodo che si estende dall’elezione a Premier fino all’evacuazione delle forze armate inglesi da Dunkerque. Centrato sulla descrizione del personaggio, visto nella vita privata con vizi e virtù, come alcol, fumo e cibi saporiti, il carattere difficile e ironico, il rapporto con la moglie Clementine (Christine Scott Thomas) e perfino con la pazientesegretaria, Elizabeth Layton Nel (Lily James), nonché con i vari politici dell’epoca che perdono spessore e che fanno quasi da sfondo.

 

Film storico che attraverso la figura di Churchill ricostruisce la drammaticità dell’epoca con i gravi eventi che sconvolsero l’Europa.

 

Bravi anche gli altri interpreti, oltre a G. Oldman e K. S. Thomas, come Ben Mendelsohn (Giorgio VI), Lily James (Elizabeth Layton), Ronald Pickup (Neville Chamberlain), David Strathairn (Franklin Delano Roosevelt).

 

 Così in un’intervista il regista.

 

Giovanna D’Arbitrio

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna