Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

09/12/19 ore

Domani è un altro giorno, di Simone Spada. Tra amicizia e dignità nella morte


  • Giovanna D'Arbitrio

Domani è un altro giorno, di Simone Spada, remake del film spagnolo Truman - Un vero amico è per sempre(2015), sta riscuotendo notevole successo di pubblico e critica.

 

La storia è centrata sul rapporto tra Tommaso (Valerio Mastandrea) e Giuliano (Marco Giallini), amici per la pelle benché di carattere molto diverso: Tommaso, introverso e taciturno, vive da tempo in Canada con la sua famiglia e lavora nel campo della robotica, mentre Giuliano, esuberante e creativo attore teatrale, vive da solo a Roma con Pato, dolce cane dagli occhi espressivi.

 

Condannato a morte certa da un cancro, dopo aver lottato senza risultati, Giuliano decide di sospendere le cure

 

Superando la paura di volare, Tommaso torna a Roma sollecitato da Paola (Anna Ferzetti), sorella del suo amico, per cercare di convincerlo a continuare le cure: trascorre con lui quattro intensi giorni in cui emergono tanti ricordi del passato. 

 

Deciso ad affrontare una morte dignitosa, con l’aiuto dell’amico Giuliano coraggiosamente cerca di trovare una famiglia disposta ad adottare Pato, vola in Spagna per un ultimo saluto al figlio, tenta perfino di scegliersi la bara, continua a recitare nelle ultime repliche teatrali di “Relazioni pericolose”, mentre intorno a lui le persone evidenziano sentimenti contrastanti di fronte a malattia e morte.

 

Oltre a trattare il tema dell’amicizia, in effetti il film induce a profonde riflessioni su rifiuto di accanimento terapeutico e scelta di una fine dignitosa, nonché sul modo in cui tante personeesorcizzano la paura della morte, evitando di parlarne o addirittura allontanando chi è gravemente malato.

 

Anche se il film è un remake e il tema non è originale (già trattato in altri film, come Euphoriadi Valeria Golino), ben s’inserisce nel filone della commedia all’italiana per il mix di tragico e comico, senza  falsa retorica: pur tra scene toccanti, infatti, si ride spesso per le battute ironiche di Tommaso e Giuliano (sceneggiatura di Giacomo Ciarrapico Luca Vendruscolo).

 

Consolidata coppia di amici anche nella vita, Valerio Mastandrea e Marco Giallini sono in perfetta sintonia nell’interpretare i due personaggi, passando con naturalezza dal riso al pianto, supportati dalla fotografia di Maurizio Calvesi, che con i primi piani ne esalta le espressioni, nonché dalla colonna sonora di MaurizioFilardo, includente la canzone Domani è un altro giorno

 

Ecco un’intervista a cast e regista (da cinematographe.it).

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna