Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

23/11/17 ore

Dolce e Gabbana a Napoli: l’evento arriva sui social, ma non in Tv



L’8 luglio 2016 è stata la giornata di Domenico Dolce e Stefano Gabbana a Napoli. Commossi, ricevono il caldo abbraccio dei napoletani riconoscenti per aver donato alla loro città un momento magico facendole rivivere i fasti di antica capitale europea, acclamata in passato per i tesori del suo patrimonio artistico, culturale e paesaggistico.

 

Non vogliamo usare toni più volte definiti “vittimistici”, ma anche per la favolosa sfilata di D&G che ha messo in evidenza il fascino di una città meravigliosa come Napoli, poco rilievo è stato dato a tale evento dai mass media, abituati ad infierire sulla città propagandandone ogni giorno i lati negativi … volutamente omettendo sempre quelli positivi.

 

Se almeno mettessero in evidenza le “cause” di tali mali invece dei deleteri “effetti”, se almeno suggerissero “soluzioni” valide, già sarebbe più accettabile tale modo di agire. Ma no, non sia mai detto! E giù con le cattive notizie, senza pietà, senza tregua!

 

Per fortuna, comunque, Facebook, altri social e siti on line hanno regalato al mondo le immagini della sfilata di D&G che ha attraversato luoghi di splendida bellezza, tra ricchi e poveri, Vip e popolani, affacciati alle finestre, accalcati nei vicoli del Centro Storico, con gli occhi pieni di stupore per gli abiti strepitosi indossati da bellissime modelle.

 

E la sfilata è stata dedicata a Sophia Loren, anch’ella molto commossa per le numerose dimostrazioni di affetto e per la cittadinanza offerta dal sindaco a lei, nata a Pozzuoli.

 

”Quello che stiamo vivendo - hanno affermato i due stilisti - è questo bagno di folla, questo contatto con la gente che è unico e mai ci saremmo aspettati. Quando Sophia ci disse che era Napoli la città dove voleva sfilassimo in suo onore, siamo rimasti un po’ così.

 

Non la conoscevamo così bene. Ma è stato amore subito. E ora che sta succedendo tutto così, diciamo che il mondo deve sapere che questa città non è solo problemi ma anche bellezza dei luoghi, opportunità artigianali, calore della gente…

 

Sophia Loren, la nostra donna da sempre. Dagli inizi. È a lei che pensiamo quando disegniamo le nostre collezioni. Era giusto che fosse la protagonista unica di una nostra sfilata”. (dal Corriere)

 

E intanto già si scatenano le polemiche e si sottolineano i lati negativi, in particolare quella della concessione gratuita di luogo pubblico a D&G, mentre il  Corriere del Mezzogiorno sottolinea che “l’occupazione suolo è un gentile omaggio del Comune di Napoli. Ma Domenico Dolce e Stefano Gabbana non si presentano certo a mani vuote. La maison pagherà circa 40mila euro per far fronte a servizi accessori di polizia municipale e netturbini. Una cifra cui si deve aggiungere una donazione di 50mila euro per la zona dei Decumani e 15mila euro di locazione per Castel dell’Ovo”…

 

Giovanna D’Arbitrio

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna