Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

22/10/18 ore

Sciaranuova Festival 2018 alle pendici dell’Etna. Conversazione con Paola Pace



Per il quarto anno consecutivo, alle pendici nord dell’Etna, il progetto teatrale diretto da Paola Pace e prodotto da Planeta

 

A Passopisciaro gli ultimi due week end di luglio, sul palcoscenico naturale del “Teatro in Vigna”, il teatro, il paesaggio, la poesia  la musica e il buon vino si incontrano per dar vita ad uno degli eventi più originali dell’isola siciliana. 

 

Un luogo meraviglioso, la tenuta di Sciaranuova; un raffinato aperitivo con vini delle cantine Planeta; e una scelta artistica di spessore, ideata e curata da Paola Pace Una vera e propria celebrazione dell’arte dell’attore-autore, attore come microcosmo, punto di partenza e approdo delle infinite variazioni del teatro.

 

Quest’anno il festival propone un cartellone più vivace e composito che mai:  teatro innanzitutto ma anche  una sezione parallela con musica e  passeggiate filosofiche nel  palmento della tenuta “A Barunissa”

 


 

Si parte Giovedì 19 Luglio con il concerto per contrabbasso solo di Fred Casadei “Rosa”, dedicato a Rosa Balistreri.

 

A seguire, venerdì 20 luglio, sarà la volta del regista-attore Valter Malosti con il suo spassoso “Venere e Adone”  per voce sola. 

 

 

Sabato 21 luglio“Aiace” da Ghiannis Ritsos interpretato da Viola Graziosi e diretto da Graziano Piazza.

 

Domenica 22 luglio passeggiata filosofica guidata dalla psicanalista  e filosofa Andrèe Bella, autrice di  “Socrate in giardino”.

 


 

La settimana seguente inizia Giovedì 26 Luglio con il concerto per chitarra e voce di Marcello Savona Anima gitana, canzoni  struggenti mediterranee, dall’Andalusia alla Sicilia. 

 

Venerdì 27 Luglio  con  Fabrizio Falco  “Fuori di chiave”, poesie di Luigi Pirandello.

 

Sabato 28 luglio  arriva dal teatro di ricerca   “Lenòr” con Nunzia Antonino diretta da Carlo Bruni.

 

 

Infine, Domenica 29 luglio ci aspetta un’esperienza “Dendrosofica” capitanata da Tiziano Fratus, poeta e drammaturgo, ma anche esperto di alberi, giardini storici e paesaggi. Fratus, autore di “ Il bosco è un mondo”, ci accompagnerà in una passeggiata con meditazione che si concluderà con un picnic all’interno del bosco della riserva naturale del Parco dell’Etna.

 

 

La peculiarità di questo contesto è l’estrema asprezza del territorio mista ad una colorata dolcezza e lentezza tutta siciliana. Questo fuoco misto all’aria crea surrealtà. E allegre bevute. (Paola Pace)


 

 L’impegno di Planeta per sostenere il teatro si sviluppa su due piani paralleli: la produzione di Sciaranuova Festival - alla quarta edizione - e la partnership con il Teatro Stabile di Palermo. Il tutto all’interno di un più ampio impegno: arte contemporanea, musica, valorizzazione dei beni culturali. Un ventaglio di iniziative che si dipanano in tutta la nostra regione nel corso di tutto l’anno”. (Vito Planeta)

 


 

- Sciaranuova Festival 2018. Conversazione con Paola Pace (Quaderni Radicali Tv)

 

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna