Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

02/12/21 ore

Sigmund Freud. L’Origine dell’Angoscia, di Rosa Romano Toscani. Un tema difficile da affrontare


  • Giovanna D'Arbitrio

Il 29 maggio, alle ore 10,30, sulla piattaforma Zoom, è stato presentato il libro di Rosa Romano ToscaniSigmund Freud. L’Origine dell’Angoscia”(Ed.Franco Angeli). Nel corso dell’incontro telematico l’autrice ha dialogato con la dott. Giuliana Amorfini, il prof. Filippo Maria Ferro e il dott. Cristiano Rocchi.

 

Il contenuto e gli obiettivi del libro vengono così descritti: “Affrontare il tema dell'angoscia non è semplice: spesso l'angoscia viene confusa e assimilata all'ansia. Lo stato ansioso rappresenta una situazione psichica in genere di natura consapevole, sotto forma di paura associata a manifestazioni corporee, quali sudorazione, tremori, palpitazioni, affanno, senso di oppressione, derivate da stimoli oggettivi o soggettivi. Se invece ci riferiamo all'angoscia, il quadro diagnostico cambia.

 

Ci troviamo di fronte a una condizione esistenziale, difficile da definire, a-specifica, spesso generata da un oggetto esterno o interno, da una sensazione catastrofica alla quale è complicato dare un senso o un nome. L'etimologia della parola "angoscia", dal latino "angustia", "angere", indica un passaggio stretto, per cui approfondire l'angoscia significa misurarsi con il senso stesso della vita. Ci si sente strozzati, chiusi in una morsa angosciosa, impotenti, in pericolo, senza un oggetto a cui fare riferimento.

 

Il saggio di Rosa Romano Toscani ripercorre il pensiero di Sigmund Freud sull'origine dell'angoscia, uno studio obbligato per chi vuole intraprendere o ha già intrapreso la formazione in psicoterapia psicoanalitica. E l'evoluzione della psicoanalisi e le diverse applicazioni in setting modificati non possono prescindere dall'approfondire il percorso sull'origine dell'angoscia che parte, in questo scritto, dalle Minute teoriche per Wilhelm Fliess, considerate dall'autrice "l'Alfabeto della Psicoanalisi".A partire dalla prima topica, fino ad approdare all'ultima teorizzazione freudiana, viene così messo in luce il concetto di angoscia. 

 

Con Prefazione di Filippo Maria Ferro e Presentazione di Cristiano Rocchi, il saggio ripercorre il pensiero di Sigmund Freud sull’origine dell’angoscia, uno studio obbligato per chi vuole intraprendere o ha già intrapreso la formazione in psicoterapia psicoanalitica. E l’evoluzione della psicoanalisi e le diverse applicazioni in setting modificati non possono prescindere dall’approfondire il percorso sull’origine dell’angoscia che parte, in questo scritto, dalle Minute teoriche per Wilhelm Fliess, considerate dall’autrice “l’Alfabeto della Psicoanalisi”. A partire dalla prima topica, fino ad approdare all’ultima teorizzazione freudiana, viene così messo in luce il concetto di angoscia”.

 

Come in tutti i libri di R. R.Toscani, oltre alle competenze specifiche nel campo della psicologia e gli interessanti casi clinici ben illustrati (come quelli del piccolo Hans, l’uomo dei lupi, l’uomo dei topi), l’autrice evidenzia grande sensibilità e un’ampia cultura umanistica. In effetti la sua poliedrica personalità e la sua creatività la inducono a spaziare anche nel campo della letteratura, scrivendo numerosi romanzi, tra cui l'ultimo tradotto in francese, La ragazza del Charlie's Café. Ben nota è la sua predilezione per Balzac, per cui è presidente dell'Associazione italiana Amici di Balzac. 

 

Socio fondatore della Società Italiana di Psicoterapia Psicoanalitica (SIPP), dove ricopre il ruolo di docente con funzioni di training, socio dell'EFPP (European Federation for Psychoanalytic Psychotherapy) e socio ordinario della Società Italiana di Psicoanalisi e Psicoterapia Sándor Ferenczi, la Toscani è membro della National Association for the Advancement of Psychoanalysis.

 

Tra i suoi scritti ricordiamo: Comunicazione e linguaggio in età pre-scolare (La scuola, 1978, in coll.), co-autore di Ritmo e setting (Borla, 1998) e infine Comunicazione a due voci (Franco Angeli, 2017), Percorsi in psicoterapia psicoanalitica (Franco Angeli, 2019) e Emozioni al tempo del coronavirus (Pagine, 2020). È autore infine di articoli pubblicati in Psichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza, in Orientamenti pedagogici, in Riforma della scuola e in Psicoterapia Psicoanalitica.

 

 


Aggiungi commento