Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

17/12/18 ore

Èric Zemmour: un vero suicidio francese


  • Silvio Pergameno

“Un suicidio francese” è l’opera più nota del giornalista Èric Zemmour del Figaro e saggista più ricercato e più scacciato nella consorella latina.

 

Ne ha parlato Giulio Meotti una bella penna del “Foglio” sul quotidiano romano e anche in un intervento su internet, e naturalmente non manca la nota di Wikipedia… confesso che il libro non lo ho letto, ma la curiosità di venirne in possesso mi aveva tentato.

 

Ero anche stato tentato da una difesa di ufficio in chiave liberale, perché le idee non si adorano né si combattono, ma con esse ci si confronta. Solo che … vediamo un po'.

 

L’islamismo è un pericolo in quanto radicalmente incompatibile con la democrazia francese, per cui se un islamico vuole stabilirsi in Francia bisogna cambiargli altrettanto radicalmente la testa…. l’omosessualità è un altro grosso rischio, conseguenza del processo di femminilizzazione… altro punto assai dolente: la legge del 1975 sull’aborto che ha privato la Francia di 200.000 francesi all’anno, che se fossero nati avrebbe consentito oggi un confronto demografico sostanzialmente paritario con la Germania…  Inquietante!

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna