Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

17/07/24 ore

La TV iraniana trasmette la ‘confessione’ sotto minaccia di Majid-Reza Rahnavard, giustiziato il 12 dicembre 2022 per ‘ribellione contro Dio’



Il 13 dicembre 2022, un giorno dopo che il manifestante iraniano 23enne Majid-Reza Rahnavard è stato giustiziato dal regime iraniano per “ribellione contro Dio” e per essere stato falsamente accusato di aver ucciso due membri del Basij, Channel 3 dell'Iran ha trasmesso un video di Rahnavard che “confessava “ ai suoi crimini.

 

Nel video, Rahnavard ha affermato di essere "l'obiettivo del nemico" e che merita di essere condannato a morte tre volte.

 

Secondo organizzazioni per i diritti umani e attivisti e dissidenti iraniani, a Rahnavard è stato negato l'accesso alla rappresentanza legale durante l'interrogatorio e il procedimento legale, è stato torturato e ha reso la sua confessione sotto coercizione. Il suo processo si è tenuto il 28 novembre ed è stato impiccato il 12 dicembre.

 

(da MEMRI Middle East Media Research Institute)

 

 


Aggiungi commento