Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

15/12/17 ore

ONG, la confusione del procuratore Zuccaro


  • Antonio Marulo

Ormai siamo ai “pareri”, ai “so”, ai “forse, potrebbe”, buttati nel mucchio mediatico, parlando di un’inchiesta che sta facendo molto discutere, di cui si è protagonista come inquirente. Così, il procuratore capo di Catania, Carmelo Zuccaro, si è preso la briga di intervenire in Tv a proposito del presunto rapporto perverso fra ONG e trafficanti di esseri umani nel Mediterraneo e renderci edotti sullo stato dell'arte.

 

"A mio avviso – ha detto il magistrato ai microfoni di Agorà (RaiTre) - alcune Ong potrebbero essere finanziate dai trafficanti e so di contatti. Un traffico che oggi sta fruttando quanto quello della droga". "Forse la cosa potrebbe essere ancora più inquietante - ha aggiunto Zuccaro - si perseguono da parte di alcune Ong finalità diverse: destabilizzare l'economia italiana per trarne dei vantaggi".

 

Alla domanda – riporta l’Ansa - sui possibili allarmismi, Zuccaro ha poi risposto: "Se l'informazione è corretta questo corto circuito non si può creare salvo per effetto di persone che vogliono creare confusione". E se – aggiungiamo -  i PM  fanno per bene il proprio mestiere, tacciono e comunicano, quando è dovuto, per atti ufficiali dell’inchiesta. (Se non altro, per la suddetta confusione).