Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

22/10/17 ore

QR 114: Forum alla redazione del quotidiano di Salerno “la Città”. Per un vero Partito Democratico



Un forum nella redazione del quotidiano di Salerno La Città ha discusso il tema del numero della rivista Quaderni Radicali n. 114 che aveva in primo piano “Per un vero Partito democratico”. Una riflessione a più voci su cosa dovrebbe essere oggi un partito democratico. Una narrazione a dieci anni dalla nascita calata in un contesto politico decisamente diverso e in continua evoluzione.

 

Quella che Emanuele Macaluso nel suo saggio chiama «una fusione a freddo fra Margherita e Ds» è qui analizzata da personalità come i filosofi Biagio de Giovanni e Giuseppe Cacciatore (ospite del forum); Silvio Pergamo, Antonio Marulo, Angiolo Bandinelli, Fabio Viglione, Zeno Gobetti, Alberto Nigra, Roberto Granese e il direttore de “la Città”, Andrea Manzi.

 

Ad introdurre la lettura è il direttore di QR Giuseppe Rippa che nel suo saggio, nel quale si tratteggiano i significati e significanti storici della nascita del Pd, chiude descrivendo la nuova geografia politica italiana dove «forze populiste e qualunquiste, che per ora l’Europa sembra aver rallentato, sono ancora incombenti».

 

Una geografia nella quale il Pd è costretto a muoversi – e lo fa maldestramente – tant’è che prolifera l’antipolitica, quella che Macaluso, individua nel grillismo, spiegado: «… È un attacco ai partiti e alla politica, al modo in cui si dispiega la democrazia in definitiva».

 

Un problema «grave e serio» perché «quando si contesta l’esistenza dei partiti è chiaro che si finisce per contestare la possibilità stessa della democrazia». E dove non ci sono partiti «c’è autoritarismo».

 

Al forum hanno partecipato oltre al già ricordato prof. Cacciatore, Antonio Valiante, Nicola Landolfi, Giuseppe Rippa, Antonio Marulo, Gaetano de Stefano, Carlo Pecoraro.

 

 

 

 

 

 


Commenti   

 
0 #4 Rakhiinindia.in 2017-07-28 14:30
The information given to me in your blog has been very informative, always read your post. You get something to learn in a post done by you. Well done. It's a great example of setting a goal and creating that content. Hope you will continue to do such informative posts

http://www.rakhiinindia.in/cake-delivery-in-delhi.html ,

http://www.rakhiinindia.in/cake-delivery-in-noida.html

http://www.rakhiinindia.in/cake-delivery-in-gurgaon.html
Citazione
 
 
0 #3 Sherrie 2017-07-22 06:13
I like the valuable information you provide in your articles.
I will bookmark your blog and check again here regularly.
I am quite sure I will learn lots of new stuff right here!
Best of luck for the next!
http://theelderscrolls5skyrimevolution225.ru/
skyrim: http://theelderscrolls5skyrimevolution225.ru
http://theelderscrolls5skyrimevolution225.ru
Citazione
 
 
0 #2 ilSocialista 2017-07-09 20:31
i populismi sono la logica, naturale, scontata, prevedibile, immaginabile, ovvia, banale, indubbia, sicura, indiscutibile, attesa conseguenza di politiche monetariste imprevidenti, fallaci e rovinose che però fanno la ricchezza spropositata ed inedita di ceti dominanti.
Citazione
 
 
0 #1 ilSocialista 2017-07-09 20:21
i qualunquismi ed i popilismi sono frutto di poitiche strampalate e fallimentari; inutile stigmatizzare i qualunquismi e populismi se NON SI PONE RIMEDIO AI MALI REALI ben descritti per esempo qui:
http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2017/7/8/SPILLO-I-fallimenti-che-l-Ue-tenta-ancora-di-nascondere/772857/
http://www.lavoce.info/archives/47747/dove-crescono-i-populismi/#reply-title
il mometarismo ed il liberismo applicati in modo miope e assolutistico, ben lungi dall'unificare hanno semplicemente FRANTUMATO LE SOCIETà E GLI STATI
tuto il resto sono solo chiacchiere vane che lasciano il tempo che trovano.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna