Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

10/12/18 ore

Salvini-Le Pen, lo spread guasta la festa



Un fronte delle libertà all'insegna del buon senso.

 

Detta così la cosa potrebbe sembrare persino rassicurante, se l'idea non venisse da due fuoriclasse dell'estremismo di destra europeo, Matteo Salvini e Marine Le Pen, che lunedì scorso si sono incontrati nella nuova casa in via delle Botteghe Oscure dell'Ugl, un sindacato di cui si erano perse le tracce dopo i fasti televisivi a Ballarò di Renata Polverini, ma che oggi ritorna in auge grazie al vento favorevole che spira nel Paese.

 

VIDEO (Agenzia Radicale Video)

 

   

 

 


Commenti   

 
0 #1 ilSocialista 2018-10-09 20:09
temo che al storia a destra si possa ripetere; la Buonanima Calva volle fare la guerra con le casse dello Stato in rosso per altre guerre precedenti; la inferiorità industriale e di mezzi del paese, oltre che di capacità organizzative e know-how fu evidente; oggi le guerre si fanno con altro genere di cannoni, però il discorso è esattamente lo stesso; devi avere una strategia e devi mettere in campo delle risorse perché coi fucili a tappo si va solo al massacro; c'è un solo modo per strangolare lo spread ed è indurre gli italiani a ricomprarsi il debito; occorre entrare nell'ottica giapponese; il resto sono chiacchiere e con esse si va solo a sbattere.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna