Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

21/04/19 ore

Colorado, prima di 'Batman' insanguinata



Denver, strage alla prima di 'Batman'

 

A Denver, durante la prima del film 'Batman', almeno 14 persone, tra le quali figurano anche bambini, sono state uccise e 50 ferite – 6 delle quali versano in condizioni critiche – in seguito a una sparatoria condotta da un uomo in maschera e vestito di nero, il quale prima di aprire il fuoco avrebbe lanciato un lacrimogeno.

 

La sparatoria sarebbe avvenuta – stando alle dichiarazioni di un testimone rilasciate a 9News – mentre sullo schermo era proiettata una scena analoga. “Abbiamo sentito degli spari e un'esplosione, ma credevamo fosse il film - ha infatti dichiarato il testimone – quando abbiamo visto che molte persone si alzavano e scappavano ci siamo alzati anche noi”.

 

Secondo quanto riferisce il Denver Post, è stato fermato un uomo di 24 anni. Si cercano intanto esplosivi in un appartamento, situato a nord della città, connesso all’uomo. Sarebbero invece assenti elementi probatori che facciano pensare alla partecipazione di un secondo sospettato alla strage, riferisce il capo della polizia Dan Oates, mentre secondo l’emittente Nbc i killer potrebbero essere più di uno.

 

La polizia e i soccorsi sono stati attivati immediatamente e sono ora in corso le indagini per far luce sulla “dark night” appena trascorsa e centinaia di testimoni sono stati sentiti; Cassidee Carlson un portavoce della polizia, ha tuttavia dichiarato che le informazioni di cui sono in possesso sono ancora poche per rilasciare dichiarazioni.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna