Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

28/01/21 ore

Il Metodo Stamina non funziona, la bocciatura degli esperti


  • Silvia Soligon

Il cosiddetto “metodo Stamina” è stato definitivamente bocciata dalla commissione di esperti che, per volontà del Ministro della Salute Renato Balduzzi, ha lavorato per capire se questa metodica, giunta alla ribalta delle cronache perché al centro di una controversia legale riguardante le cure alla piccola Celeste e ad altri bambini come lei affetti da gravi patologie, fosse sicura e senza che i pazienti corressero nessun rischio.

 

Secondo gli esperti dell'Istituto Superiore di Sanità, dei Nas e dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) “quelle terapie con le staminali sono pericolose per la salute”. Nanni Costa, presidente del Comitato trapianti del Consiglio d’Europa che ha guidato la commissione giudicatrice insieme al biologo Massimo Dominici, ha spiegato che la pericolosità risiede prima di tutto nel fatto che “a volte ai pazienti è inoculato materiale biologico prelevato dallo stesso malato mentre altre volte vengono iniettate cellule prelevate da terzi, con un serio rischio di contagio batterico e virale che ciò comporta”.

 

I problemi non stanno, però, tutti in questo aspetto. Costa ha aggiunto che “le metodologie di preparazione dei preparati sono a dir poco grossolane, con errori evidenti e pratiche del tutto fuori da ogni legge. I laboratori, per esempio, sono in luoghi non adatti e inoltre sui vasetti che conservano i tessuti prelevati ci sono etichette scritte addirittura a matita”. Queste stesse ragioni avevano portato l'Aifa a ordinare l'interruzione, la scorsa primavera, della somministrazione della cura alla piccole Celeste.

 

Infine, un'ultima nota dolente: le sperimentazioni fino ad oggi condotte hanno prodotto risultati contrastanti che, per di più, non sono mai stati pubblicati su di una rivista scientifica. Come ha precisato lo stesso Costa, questo giudizio non mette in dubbio le potenzialità delle terapie con le staminali. “Qui si sta evidenziando tecnicamente, nello specifico – ha sottolineato Costa – come il metodo Stamina non funzioni”.


Aggiungi commento