Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

25/04/24 ore

Segnali di pace, Give peace a chance, una serata con video, poesia e musica


  • Giovanni Lauricella

Da più di un mese, da quando le truppe russe si schierarono lungo la frontiera dell’Ucraina, si susseguono appelli di pace che hanno avuto l’esito che sappiamo. Le immagini di Bucha, l’olocausto di vittime innocenti, sono lo spettacolo macabro che niente lascia presagire di buono nei giorni a venire.

 

Ormai siamo nella via del non ritorno, ben poco c’è da fare se non quello di difendere il difendibile. A tutto questo dramma si aggiunge il fatto che la degenerazione dilagante è ormai arrivata anche nel nostro linguaggio comune dove si è ormai aperta una guerra senza esclusioni di colpi, molto cruenta anche se, almeno finora, solo verbale.

 

In questa situazione ricordare i concetti umanitari che sembra si stiano perdendo è sempre più necessario, e forse solo la poesia, la più alta manifestazione culturale, può essere il richiamo a quello che manca in questi giorni, una carenza alla quale urgentemente tocca porre il rimedio.

 

Nel cuore del centro storico romano, tra la Chiesa del Gesù accanto alla vecchia sede della DC e a due passi da quella via delle Botteghe Oscure dove era l’antica sede del PCI (i due partiti antagonisti della Guerra fredda oggi scomparsi, e dunque in una triangolazione emblematica che solo a Roma è possibile) si mandano segnali di pace con una serata che si preannuncia ricca di grande intelligenza creativa, intessuta con video, poesia e musica: un concerto di voci e di talenti diversi per rasserenare ed illuminare il nostro comune conflitto esistenziale generato dalla guerra in Ucraina. 

 


 

Segnali di pace / Give peace a chance

una serata con video, poesia e musica

 

Pilar Castel, attrice e scrittrice, interpreterà la performance “Paci” da lei scritta;

Raffaella Lanzetta, scrittrice e pubblicista, leggerà alcune poesie dal suo ultimo libroDavide Cortese,  “Sguardo scarlatto”; 

Davide Cortese leggerà i suoi versi “Chiedo ora”;

Cristiano Carta leggerà la sua composizione “21 Marzo 2022”; 

Michele De Luca leggerà la sua poesia “Invocazione”. Seguiranno interventi di altri artisti. 

Verrà proiettato il video di Giovanni Lauricella “Sulla guerra e la pandemia: posizioni” introdotto dal testo della nota critica d’arte Maria Arcidiacono, realizzato con la collaborazione delle attrici Francesca Perti e Alessandra Vanzi e del noto fotografo Dino Ignani

Al termine sarà cantata “Give peace a chance” di John Lennon ed altre canzoni sul tema della pace nel mondo. 

Direzione artistica di Enzo Barchi.  

 

Venerdì 8 aprile h.18,30 da Bibliothè Art Gallery, via Celsa 4/5   Roma

 

 


Aggiungi commento


Archivio notizie di Agenzia Radicale

é uscito il N° 118 di Quaderni Radicali

"Politica senza idee - La crisi del Partito Democratico"

Anno 46° Speciale Febbraio 2023

è uscito il libro 

di Giuseppe Rippa

con Luigi O. Rintallo

"Napoli dove vai"

Aiutiamoli a casa loro? Lo stiamo già facendo ma male.

videoag.jpg
qrtv.jpg

è uscito il nuovo libro 

di Giuseppe Rippa

con Luigi O. Rintallo

"l'altro Radicale
Essere liberali
senza aggettivi"

 (Guida editori) 

disponibile
in tutte la librerie