Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

25/06/24 ore

Iran, sei impiccati per reati diversi



Sei prigionieri sono stati impiccati in Iran per diversi reati, così come hanno riferito i media ufficiali del Paese. Due dei prigionieri sono stati giustiziati nel carcere Rajai Shahr a Karaj (ad ovest di Teheran). Secondo l'agenzia di stampa statale Mehr, uno dei prigionieri era un "giovane ragazzo", accusato di aver ucciso una donna anziana nel 2008.

 

L’altro prigioniero era un "giovane uomo" accusato di aver ucciso un uomo nel 2007. Le età ed i nomi dei prigionieri non sono stati precisati.


Secondo il sito web " Attivisti per i diritti umani e la democrazia in Iran" (HRDAI), il ragazzo accusato di aver ucciso una donna anziana era Kianoosh Naderi. Era nato nel 1991, ed era minorenne al momento della commissione del reato, denuncia il gruppo.


L’organizzazione Iran Human Rights (IHR) sta indagando ulteriormente su questo caso. Secondo l'agenzia di stampa statale Aftab, due prigionieri sono stati impiccati nella provincia nord-orientale del Khorasan. Secondo il comunicato, uno dei prigionieri è stato impiccato pubblicamente nella città di Sabzevar, mentre l'altro è stato impiccato nella prigione di Mashhad.


Entrambi erano stati condannati a morte per stupro. La loro età e nomi non sono noti. Secondo il sito ufficiale della magistratura di Semnan, i restanti due prigionieri sono stati impiccati nel carcere cittadino la mattina presto.


Sono stati identificati come "M. Sh", condannato per traffico di 6.732 grammi di crack, e "M. F", condannato per traffico di 1.739 grammi di crack e 30,80 grammi di "shishe" (vetro). (fonte Nessuno tocchi Caino news)


Per saperne di più: clicca

 


Aggiungi commento