Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

20/06/24 ore

Cina/Usa: rapporti tesi per l’aggressione della Russia in Ucraina. Conversazione Francesco Sisci / Giuseppe Rippa



L’aggressione della Russia in Ucraina sta avendo ripercussioni sempre più grandi nel contesto internazionale. In particolare sono i rapporti tra Stati Uniti e Cina e i suoi riflessi in Europa e in Occidente, ma anche nel resto del modo. 

 

“… Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha affermato che la Cina potrebbe prepararsi a fornire armi alla Russia per cercare di prevenire una forse probabile sconfitta militare di Mosca in Ucraina - scrive Francesco Sisci - … Inasprirebbe la rissa dei palloncini, dove Pechino chiede scuse per la distruzione da parte degli Stati Uniti del dispositivo di sorveglianza che fluttuava sui cieli americani dieci giorni fa…”.

 

La vicenda dei palloni spia, il vasto programma di possibile controllo cinese, le ventilate forniture di armi letali della Cina alla Russia, gli scambi cino-russi e poi la preoccupazione cinese di sentirsi compromessa dalla posizione russa nella vicenda dell’invasione in Ucraina. 

 

La Cina, caratterizzata da una ambiguità strategica, è comunque in apprensione per il timore di un cerchio anti-cinese ai suoi confini, del fatto che una sconfitta russa accentuerebbe questa sensazione di accerchiamento, ma anche di come che un successo russo finirebbe per comportare un rischio per la Cina stessa.

 

“… I russi, al contrario, non capiscono la guerra e capiranno ancora meno se saranno tenuti a galla dai cinesi, invadendo l'estremo oriente russo - scrive ancora Sisci (sinologo che ha insegnato per più di un ventennio presso l’Istituto di Studi Europei all’Università del Popolo della Cina ed è stato direttore dell’Istituto di cultura Italiano a Pechino).  - … La Cina indebolirà i suoi legami con l'Europa e accelererà il disaccoppiamento commerciale. Inoltre, se vince, vincerà la Russia; se la Russia perde, la Cina avrà fallito?…”.

 

Delle complesse e forse rischiose conseguenze dell’attuale quadro politico internazionale, partendo dai rapporti tra Cina e Stati Uniti, ha discusso Francesco Sisci con Giuseppe Rippa per Agenzia Radicale Video.

 


 

 - Cina/Usa: rapporti tesi per l’aggressione della Russia in Ucraina. Conversazione Francesco Sisci / Giuseppe Rippa

(Agenzia Radicale Video)

 

 


Aggiungi commento