Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

18/06/19 ore

fe/male: Isabella Borrelli / Roberto Cavallini | Mese della Fotografia Roma


  • Giovanni Lauricella

Il 12 marzo 2019,Interno 14 nextha inaugurato la nuova sede #inresidence in Piazza Galeria 14 b Roma con un progetto pensato per il Mese della Fotografiafe/male con le opere di Isabella BorrelliRoberto Cavallini, con l’intento di approfondire vari aspetti della  fotografia. 

 

fe/male è laprima iniziativa del progetto iMaterial__material/immaterial world per il 2019, vuole confrontare oltre Isabella Borrelli e Roberto Cavallinianche  Antonella Albani Marco Marassi che saranno presenti in galleria per la prossima esposizione.

 

Quindi tante fotografie per un confronto che vedrà gli autori impegnati su molteplici fronti atti ad arricchire di contenuti il Mese della Fotografia, un’iniziativa volta a sensibilizzare il pubblico su questo particolare mezzo espressivo che fino a pochi decenni fa non era sufficientemente considerato nei musei d’arte e nemmeno tanto nel mercato artistico.

 

A tutt’oggi le difficoltà restano e progetti che si fanno carico di queste responsabilità come iMaterial__material/immaterial world sono senza dubbio da ammirare, lo stesso vale per chi si investe del ruolo della cura delle mostre che in questo caso è di Roberta Melasecca, ideatrice del progetto.

 

 

La mostra in corso ha numerose foto di Roberto Cavallini che denuncia il “verde ipocrita” una ridondanza a cui forse non facciamo caso e che accettiamo da tempo con relativa passività.  “Tutto è verde: l’area verde, la benzina verde, la bottega verde, il numero verde, il tantum verde, la linea verde, il polmone verde, il sempre verde, il tecno verde, il pensiero verde, l’ecofelicità, l’eco-bio, il green power, il verde speranza, il verde è tuo, difendilo! Il verde ha pervaso il nostro immaginario diventando un colore messianico: una nuova, miserabile forma di ipocrisia, elevata a potenza, che ha spinto l’artista a ripercorrere a ritroso il suo archivio fotografico per documentare tratti e frammenti di verde ipocrita”-

 


 

Credo che meglio di queste parole che fanno parte della presentazione della mostra non si può avere per capire gli intenti dell’autore.

 

Piena di senso poetico e di una rivisitazione in chiave esistenziale è Over the bridge di Isabella  Borrelli che con le sue foto ci mostra il noto quartiere romano della Garbatella in una intima interpretazioneL’artista esegue le foto tra le venti e le cinque del mattino offrendo suggestioni che vanno oltre l’apparente aspetto cromatico. 

 


 

Descrive una condizione di fotografia di strada, dove tra architetture e personaggi che la vivono si compone un tema fatto di atmosfere surrealidove fa da padronala notte in atmosfere allucinatorie e vagamente erotiche”.

 

Potete capire quanto sia difficile descrivere queste foto, due autori che hanno visioni artistiche non comuni, una ricercatezza che fa della rassegna delle mostre di fe/male e diiMaterial__material/immaterial world un mondo da capire.

 


 

fe/male: Isabella Borrelli / Roberto Cavallini | Mese della Fotografia Roma
A cura di Roberta Melasecca

Interno 14 next | Piazza Galeria 14 | Roma

12-19 marzo 2019

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna