Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

23/11/20 ore

EUROPA

Il principe Macron difende l’indipendenza di Andorra e sacrifica l’opzione pro-choice

«Vive le Prince!» «Visca el Príncep!». Così è stato accolto Emmanuel Macron l’altro giorno ad Andorra da una folla festante. I conti tornano, perché lui è veramente il principe del minuscolo Stato extracomunitario a cavallo dei Pirenei. Co-principe, per la precisione, perché l’altro è Joan-Enric Vives i Sicília, dal 2003 arcivescovo della Seu d’Urgell, cittadina catalana a una decina di chilometri da Andorra. di Enrico Rufi

Sud Tirolo, doppio passaporto e federalismo europeo

La novità è questa, ma la questione non è nuova: un voto del parlamento di Vienna – contrari  i socialdemocratici -  ha impegnato il governo austriaco ad avviare colloqui col governo italiano e la provincia autonoma di Bolzano e a presentare una proposta di legge per riconoscere anche la cittadinanza austriaca ai tirolesi di lingua tedesca e ladina e passaporto italiano. «L'Austria sta solo facendo ciò che l'Italia ha da tempo attuato con i suoi italiani all'estero», ha dichiarato perfidamente Sven Knoll, leader del movimento popolare secessionista della Süd-Tiroler Freiheit. Neanche a dirlo, levata di scudi corale sia dei sovranisti che degli antisovranisti italiani, cioè dei cosiddetti europeisti. di Enrico Rufi

Parlamento europeo, un parlamento amputato e un presidente latitante

Il prossimo mese di ottobre sarà un mese caldo per lo Stato spagnolo alle prese con la costituenda Repubblica catalana, a prescindere dalle elezioni politiche di novembre. Intanto perché il 1° sarà l’anniversario del referendum  criminalizzato; poi perché il 15 cade l’anniversario della fucilazione nel 1940 del presidente-martire della Generalitat di Catalogna Lluís Companys, arrestato dalla Gestapo e consegnato al regime franchista dalla Francia di Vichy... di Enrico Rufi

Brexit e Catalogna: due facce di due medaglie diversissime

Il paragone tra Brexit e crisi catalana è un paragone molto gettonato tra i sostenitori dello status quo europeo, che la stampa trasmette acriticamente a quella parte dell’opinione pubblica europea cosiddetta europeista, mentre i cosiddetti antieuropeisti sono eccitati dai capipopolo sovranisti che tifano sia per i brexiterche per gli indipendentisti catalani – facendo anche loro di tutt’erba un fascio - in funzione sfascista rispetto all’Unione. di Enrico Rufi

 

- Rispetto delle libertà e dei diritii fondamentali in Catalogna. Iniziativa di 52 deputati francesi di Enrico Rufi

Rispetto delle libertà e dei diritti fondamentali in Catalogna. Iniziativa di 52 deputati francesi

Si conoscerà fra qualche settimana il verdetto del Tribunal Supremo spagnolo sulla sorte dei militanti e degli eletti catalani, molti in carcere preventivo da quasi due anni, che rischiano fino a un quarto di secolo di galera per aver organizzato il famoso referendum per sganciare la Catalogna dallo Stato spagnolo. di Enrico Ruf

La patria europea e la statua di D’Annunzio a Trieste

Il ministro degli Esteri croato ha tirato in ballo i valori europei per reagire sdegnato alla statua di un Gabriele D’Annunzio seduto su una panchina intento a leggere un libro, inaugurata a Trieste in occasione del centesimo anniversario dell’impresa di Fiume, quella che portò alla creazione tra l’agosto del 1920 e il 30 dicembre dello stesso anno della Repubblica del Carnaro, al libero Stato di Fiume... di Enrico Rufi