Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

24/03/17 ore

EVENTI

La presentazione alla Camera dei Deputati di Quaderni Radicali n. 111

Nella Sala stampa della Camera è stato presentato il n. 111 di Q.R., dedicato a “2 anni con Renzi – Forza e dissolvenza”, oltre duecento pagine, la cui lettura richiederà molta riflessione, in particolare per la presenza di firme “esterne” di prestigio: Emanuele Macaluso ex PCI, Gerardo Bianco ex DC, politologi illustri come Gianfranco Pasquino Biagio de Giovanni, Stefano Silvestri, Andrea Margelletti, Domenico De Masi e tanti altri… Il Direttore ha fornito una sintesi ragionata del numero, i presentatori - autori di interventi sul numero -  hanno chiarito il significato delle loro considerazioni… in sintesi, almeno questa è stata l’impressione di chi scrive, tutti si erano forse aspettati qualche cosa di più da Renzi, meglio: qualcosa di diverso. di Silvio Pergameno

 

- Audiovideo Conferenza stampa Camera dei Deputati presentazione QR 111 (Radio Radicale.it)

- Intervista a Geppi Rippa sul numero 111 di Quaderni Radicali (Liberi TV)

Rippa a Radio Radicale su QR 111 (Radio Radicale.it)

Sicurezza, mondo accademico e intelligence

Un mix di avanguardia digitale e scienze umane. È il nuovo 'volto' degli 007 italiani, sempre più giocatori di fascia che allungano il campo al decisore politico. "In passato l'intelligence era percepita come una fortezza chiusa, ma ora nell'opinione pubblica c'è una nuova percezione della mission del Comparto", ha spiegato Paolo Scotto di Castelbianco, Direttore della Scuola di formazione dell'Intelligence, intervenendo alla presentazione del libro 'Intelligence e scienze umane. Una disciplina accademica per il XXI secolo', curato da Mario Caligiuri ed edito da Rubbettino. Il volume è stato presentato ieri in una conferenza stampa a Montecitorio, a cui hanno partecipato anche Paolo Messa, consigliere di amministrazione della Rai, e Giuseppe Esposito, vicepresidente del Copasir.

Bruxelles, proiezione al Parlamento europeo del documentario Dragan aveva ragione

Il giorno 9 dicembre 2015, presso la sede del Parlamento Europeo a Bruxelles, con la presentazione dell’europarlamentare Barbara Spinelli (GUE/NGL) che ha organizzato l’evento, si è svolta la prima proiezione fuori dall’Italia del docufilm “Dragan aveva ragione” di Gianni Carbotti e Camillo Maffia sul dramma degli sgomberi illegittimi e sulle tragiche condizioni della minoranza Rom nella Capitale, preceduta da un articolato ed approfondito dibattito.

 

- “Mafia capitale, le mani su emergenza, migranti e campi rom” (da Radio Radicale.it)

Audiovideo della presentazione a Roma del libro Vietato Pregare di Andrea Maori

Promossa dalla rivista Quaderni Radicali e dalla “Associazione Amici di Quaderni Radicali” Giovedì 21 gennaio 2015 al Palazzo Santa Chiara (Piazza Santa Chiara n.14  Roma), si è tenuta la presentazione del libro "Vietato pregare, storie di intolleranza religiosa nell'Italia repubblicana" di Andrea Maori (Reality Book editore)...

 

- Audiovideo della presentazione del libro VIETATO PREGARE (da Radio Radicale.it)

Roma: presentazione del libro “Vietato Pregare” di Andrea Maori

Promossa dalla rivista Quaderni Radicali e dalla “Associazione Amici di Quaderni RadicaliGiovedì 21 gennaio 2015 - ore 18.00 - Palazzo Santa Chiara, Piazza Santa Chiara n.14 (Via di Torre Argentina / Pantheon), Roma

Intitolazione a Gino De Dominicis del palazzo Lancellottia via San Pantaleo

Mattinata particolare a via di San Pantaleo, una delle piccole strade che si irradiano attorno a piazza Navona. Per una mezz’oretta circa si è di colpo animata per commemorare l’anniversario della scomparsa di Gino De Dominicis; quest’anno il 29 novembre cade di domenica, esattamente come nel 1998, giorno in cui ha cessato di vivere. di Giovanni Laurucella