Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

20/01/18 ore

DIRITTI E LIBERTA'

Circoncisione: musulmani ed ebrei contro il divieto

Musulmani ed ebrei si sono ritrovati insieme sulla Bebelplatz, a Berlino, per difendere il diritto alla circoncisione e protestare così contro il decreto del tribunale di Colonia che ha messo al bando la pratica religiosa tradizionale considerandola “lesione volontaria”.

Pena di morte: Iraq, 26 esecuzioni in tre giorni

L'Iraq ha giustiziato, tra il 27 e il 29 agosto 2012, 26 persone condannate per reati connessi al terrorismo, tra cui un siriano e un saudita, ha reso noto un portavoce del Ministero della Giustizia. Le condanne a morte sono state eseguite dopo che il Consiglio di Presidenza iracheno ha approvato i verdetti di morte per tutti i detenuti.

Nozze gay, la voglia di matrimonio di Nichi Vendola

“Ho 54 anni e voglio sposarmi con il mio compagno, lo rivendico”. Il desiderio di Nichi Vendola, espresso ieri alla festa del Pd di Reggio Emilia, è destinato a rinfocolare le polemiche a sinistra sui matrimoni omosessuali.

Il tg 'velato' del nuovo Egitto

Agli occhi di tanti telespettatori del tg di mezzodì del canale televisivo più importante d'Egitto, il capo coperto della bella giornalista Fatma Nabil è parso come un affronto a quella modernità tanto tutelata e perseguita negli ultimi 50 anni dalle telecamere obbedienti a Mubarak e ai suoi predecessori.

Legge 40, Bonino non si fa illusioni dopo la sentenza della Corte di Strasburgo

"Per modificare una legge è chiaro che ci vuole una maggioranza in Parlamento. E non credo che questo governo voglia modificare questa legge. Il governo Monti si definisce tecnico. Io non credo che lo sia, ma visto che così si definisce non credo farebbe bene a presentare ricorso dopo la sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo". Lo ha detto Emma Bonino, nel corso della consueta intervista del Lunedì a Radio Radicale, a proposito della Legge 40 e del recente pronunciamento della Corte europea per i diritti umani sull' "incoerenza" della legislazione italiana.