Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

08/04/20 ore

COSE RADICALI

Comitato Nazionale di Radicali Italiani: la mozione generale approvata(13 ottobre 2013)

Il Comitato Nazionale di Radicali italiani, riunitosi a Roma dall’11 al 13 ottobre 2013, udite le relazioni del segretario e del tesoriere, le approva. Il Comitato ringrazia, insieme ai 67 mila cittadini che hanno assicurato con la loro firma il deposito della proposta dell’Associazione Luca Coscioni della legge di iniziativa popolare per legalizzare l’eutanasia, tutti coloro che, tra giugno e settembre, hanno sottoscritto i dodici referendum radicali, consentendo di depositare presso la Corte di Cassazione quasi 200 mila firme sui quesiti relativi a finanziamento pubblico dei partiti, otto per mille, immigrazione, droghe, divorzio breve, e circa 535 mila firme sui referendum su responsabilità civile dei magistrati, separazione delle carriere, incarichi fuori ruolo, custodia cautelare e in misura minore su ergastolo.

Referendum radicali, missione compiuta in parte

Con circa 50mila firme in più del necessario per legge, alla fine i radicali ce l’hanno fatta a raccogliere e consegnare le firme per il pacchetto di referendum sulla giustizia giusta. Così, “malgrado tutto, malgrado 60 anni di partitocrazia antifascista erede della partitocrazia fascista - dice Marco Pannella- riusciamo a far esprime il popolo che non ha il diritto di scegliere…"

Congresso Associazione Coscioni: la mozione generale approvata

Si sono conclusi i lavori del X Congresso dell’Associazione Luca Coscioni, ad Orvieto, la città di Luca Coscioni. Sono stati eletti gli organi dirigenti: Presidente onorario   Maria Antonietta Farina Coscioni, Co-presidenti Michele De Luca, Professore Ordinario, Dipartimento Scienze della Vita e Direttore Centro di Medicina Rigenerativa "Stefano Ferrari", Università di Modena e Reggio Emilia, Mina WelbyGustavo Fraticelli; confermata come Segretario Filomena Gallo, e come Tesoriere Marco Cappato. Revisori dei conti: Rita CianMarco Maria Freddi, Marco Perduca.

 

E ora laiche intese di E. A.

- X Congresso Associazione Coscioni: l'intervento di Alessandro Frezzato

Congresso Associazione Coscioni: "E ora laiche intese"

È iniziato sabato 28 settembre, con una mostra fotografica ed un concerto musicale, il X Congresso dell’Associazione Luca Coscioni, soggetto costituente del Partito Partito Radicale Transnazionale che da anni si batte per promuovere e sostenere la libertà di ricerca scientifica. Il congresso, tenuto ad Orvieto, città natale del leader radicale scomparso nel 2006 a causa della sclerosi laterale amiotrofica, e' proseguito fino a domenica 29 settembre.

Condizioni cliniche di Pannella (ora 72.200 kg) il collegio medico prescrive: ricovero immediato

Marco Pannella  è stato sottoposto l’11 settembre a nuovi accertamenti clinici ad opera del collegio medico costituito dai dottori Gerardo Ansalone (cardiologo), Rita Restuccia (neurologo), Claudio Santini (internista), Giovanni Stirati (neurologo) e Gianni Testa (rianimatore). Il bolletino medico sulle condizioni cliniche del leader radicale dice:

Referendum, #giustiziagiusta con la separazione delle carriere dei magistrati

“Un sistema accusatorio parte dal presupposto di un pubblico ministero che raccoglie e coordina gli elementi della prova da raggiungersi nel corso del dibattimento, dove egli rappresenta una parte in causa...". Giovanni Falcone sottolineava così l’importanza di perseguire la separazione della carriera di giudice e da quella di Pubblico ministero. Ed è proprio questo l’oggetto del sesto e ultimo quesito referendario sulla giustizia di cui i Radicali e il Comitato promotore si sono fatti portavoce. di Francesca Pisano

28-30 agosto “Referendum in Comune”, mobilitazione nazionale dei Radicali per firmare nei Comuni

Referendum in Comune”, questo lo slogan dell’iniziativa lanciata da Radicali italiani per portare i cittadini negli uffici comunali a firmare i 12 referendum per la riforma della giustizia, delle politiche su droghe e immigrazione, per il divorzio breve, per abolire il finanziamento pubblico dei partiti e la truffa dell'otto per mille.

Referendum, #giustiziagiusta con l’abolizione dell’ergastolo

La Carta costituzionale sancisce che “le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”. In questo principio si evidenzia la prima“clamorosa contraddizione con il carcere a vita e il fine pena mai”. di Francesca Pisano

Referendum, contro l'abuso della custodia cautelare in carcere per una #giustiziagiusta

Per i sostenitori del referendum la custodia cautelare deve tornare ad essere l’estrema ratio, una misura residuale applicata in casi eccezionali. E’ necessario intervenire per limitarne l’abuso, “perché attualmente migliaia di cittadini vengono arrestati e restano in carcere in attesa di processo per mesi, in condizioni incivili”. di Francesca Pisano

Radicali, ferragosto nelle carceri

Come ogni anno, i Radicali hanno deciso di trascorrere le giornate di ieri (Ferragosto), oggi e domani facendo visita alle straripanti carceri italiane. Da Milano a Palermo, passando per Roma, Firenze, Teramo, Napoli, Salerno, Catania, Lecce e molte altre città: visite finalizzate a rilanciare il problema del sovraffollamento carcerario e a richiamare l’attenzione sulla necessaria “uscita dalla flagranza criminale dello Stato”.

Referendum, #giustiziagiusta: fuori luogo i magistrati fuori ruolo

“Giustizia giusta” vuol dire anche mettere un punto al fenomeno dei magistrati “fuori ruolo”. Questo propongono i Radicali nel terzo quesito referendario con il quale intendono interpellare i cittadini per dare una svolta alle storture che il nostro Paese vive nella materia giudiziaria. di Francesca Pisano