Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

24/06/17 ore

RASSEGNA WEB

La fine delle notizie come le conosciamo

Qualche giorno fa era il “compleanno” dell’ormai quinquennale rubrica della Gazzetta dello Sport che si chiama “Notizie che non lo erano”, che nacque perché ci parve che in una particolare settimana fossero circolate molte notizie che appunto si rivelarono poi false: e poi provammo a farla ancora e ci rendemmo conto che quella frequenza non era straordinaria. di Luca Sofri

Matrioska Siria

La principale e apparente ragione per cui la crisi siriana è così lunga, travagliata e sanguinosa è che il paese è diviso tra etnie, religioni, gruppi di potere, interessi vecchi e nuovi, che hanno bisogno di un estenuante processo per scomporsi e, prima o poi, ricomporsi. di Maria Grazia Enardu (*)

L’economia cinese centro nevralgico dell’Asia orientale

La Cina è divenuta il primo esportatore mondiale, ed è noto che il paese sta esportando in misura crescente prodotti ad alta tecnologia. Tuttavia, un’analisi che si limitasse a studiare i flussi commerciali con i criteri di misurazione tradizionali sarebbe fuorviante. Infatti, in Asia orientale dagli anni ’80 del secolo scorso ha preso forma un sistema di network produttivi che sta radicalmente cambiando il paradigma del commercio internazionale, con rilevanti conseguenze sulle dinamiche di funzionamento degli accordi commerciali multilaterali. di Giuseppe Gabusi *

Formigoni e l'alibi per non dimettersi

“La riforma della Giustizia è ormai una priorità”. Ne è convinto anche Roberto Saviano. Per argomentare la sua posizione su una questione tanto cara ai radicali e ampiamente trattata in Quaderni Radicali 108, Saviano riflette su Formigoni e più in generale sui politici indagati che non si dimettono, finendo però per far sembrare questo l’unico motivo valido (un po’ poco…) per riformare ciò che finora è stato irriformabile.

Cina, il curioso caso dei "sostituti criminali"

Persone accusate di reati, sia penali che civili, pagano altre persone, che ogni tanto sono parenti ma che spesso non c’entrano nulla, per prendersi la colpa e scontare al loro posto la pena in carcere.

Twitter e il mercato dei follower

"Esistono siti presso i quali, per la modica cifra di qualche dollaro, vieni investito nel giro di qualche minuto da uno tsunami di fan latino-americani, russi, cinesi, peruviani. In un certo senso i follower vengono messi all’asta"

Emma Bonino: "Legge elettorale? L'obiettivo dei partiti è la sopravvivenza"

“Il tormentone elettorale di questi giorni? E’ l’ennesima convulsione della partitocrazia che, soppiantata dall’incidente benigno del governo Monti, prova a salvare se stessa”: per Emma Bonino, vicepresidente del Senato e leader radicale, il dibattito sulla nuova legge elettorale e il rinnovato annuncio di urne anticipate, nascono e muoiono all’interno dei partiti.

Radicali Italiani a Monti: "Dimezzare l'8 x mille per risparmiare"

Dimezzare la quota dell'Irpef degli italiani, il famoso 8 x mille, che finisce nelle casse della Chiesa cattolica per risparmiare 500 milioni di euro l'anno per lo stato: è questa la proposta che il segretario di Radicali Italiani, Mario Staderini, ha avanzato al presidente del consiglio Monti.

La Cina dei diritti umani

Sembra esser confermata la volontà della leadership cinese di governare una, sia pur lentissima, transizione nel settore dei diritti umani: il governo di Pechino ha infatti adottato il secondo piano nazionale d'azione per i diritti dell'uomo per il periodo 2012-2015

I centri di detenzione straordinaria della CIA in Europa

'Waterboarding' e tecniche estreme di interrogatorio: a queste pratiche sarebbero state sottoposte le persone sospettate di terrorismo in un centro di 'detenzione straordinaria' allestito dalla CIA vicino Varsavia e di cui la Polonia dovrà adesso rendere conto alla Corte europea dei diritti dell'uomo

Egitto, “Uomini, controllate i vostri istinti, non come ci vestiamo”

Secondo un rapporto stilato nel 2008, l’83 per cento delle donne in Egitto ha dichiarato di aver subito molestie o violenza sessuale. Per anni le cose non sono cambiate.

Il 4 luglio 2012, nel nuovo Egitto del presidente Morsi, un lungo corteo di manifestanti a sostegno delle donne ha affollato le vie del Cairo. Ogni protestante, fosse uomo o donna, ha esibito un cartello con un messaggio di denuncia e di speranza.

Archivio notizie di Agenzia Radicale

é in uscita il N° 114

di Quaderni Radicali

"Per un vero

Partito Democratico"

Presentazione a Roma

il 27-6-17 alle ore 16

sala stampa della

Camera dei Deputati

qrtv.jpg