Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

30/03/17 ore

POLITICA

Roma Capitale, nei campi nomadi col passato non si ... Tronca

L'interpretazione generalista del “piano nomadi” che si preannuncia in base al Documento unico di programmazione 2016-2018 approvato da Roma Capitale, sotto l'egida del commissario Francesco Paolo Tronca, appare incomprensibile. I quotidiani parlano di superamento dei campi Rom, e di una fase transitoria in cui le condizioni di tali strutture saranno rese più vivibili. Le frasi citate dal Documento (ed estrapolate dal contesto) sono le seguenti: un "superamento dei campi rom per dare la possibilità a coloro che vogliono vivere nella legalità, di intraprendere altre soluzioni abitative";  "nella fase transitoria si prevede, comunque, la pubblicazione di un bando per la gestione sociale dei villaggi al fine di migliorarne la progettualità di integrazione". di Gianni Carbotti e Camillo Maffia

Atti stragi, tutti i 4.406 fascicoli intelligence all'Archivio centrale dello Stato

Gli 007 hanno completato l'operazioni di versamento dei documenti in attuazione della direttiva Renzi sulla declassificazione. Partenariato con le Università, incoraggiati gli studi dei giovani studenti finanziando progetti di libera ricerca.

Valerio Zanone: l’ultimo liberale storico

A Valerio Zanone – di recente scomparso - Quaderni Radicali e Agenzia Radicale, vogliono rendere omaggio per la limpidezza dei comportamenti, il disinteresse, il tentativo estremo di far vivere i valori della tradizione politica del Partito liberale nell’ambito del centro sinistra e del riformismo, valori che si ritenevano in linea di massima ormai assimilati nel complesso della vita politica nazionale.

Se il condannato è grillino: storie del garantismo a Cinque Stelle

Vi è una piega ipocrita che accompagna certe campagne giustizialiste e che sta letteralmente invadendo il Paese. Una storia avvincente si è consumata nella ridente terra di Abruzzo, che merita di essere raccontata per capire meglio il fenomeno Cinque Stelle. di Camillo Maffia

Il fattore C del Governo Renzi

Prima l’annuncio che quello attuale sarà il suo ultimo incarico politico, poi la promessa-scommessa che "se perdo il referendum considero fallita la mia esperienza politica". I detrattori della riforma della Costituzione, nonché nemici del segretario del Pd, sono così avvertiti sull’occasione per provare a prendere due piccioni con una fava, quando gli italiani saranno consultati sulla riforma costituzionale. Almeno se si vogliono prendere per buone le parole pronunciate nella conferenza stampa di fine anno dal fautore dello “stai sereno”. Nell’attesa, va detto che - come prevedibile - nulla di nuovo è emerso nella maratona renziana con i giornalisti. di Antonio Marulo

 

- Renzi, lo storytelling ammuffito di fine anno di A.M.

Renzi, lo storytelling ammuffito di fine anno

È stata una fine d’anno mediaticamente complicata per Matteo Renzi, con il caso Boschi che ha guastato il cosiddetto storytelling di Palazzo Chigi. Ci sono voluti gli straordinari per riprendere il filo spezzato della retorica sul Paese che volta pagina e che #cambiaverso, su #lavoltabuona a dispetto di gufi, dei profeti di sventure e dei professionisti del piagnisteo. Il trittico prenatalizio è stato così di tutto rispetto. di Antonio Marulo