Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

28/09/21 ore

POLITICA

Campagna referendaria squilibrata, col contributo finale del neo-presidente della Corte costituzionale

Eletto Presidente della Corte Costituzionale il 16 settembre, a tre mesi dal pensionamento, Mario R. Morelli ha dichiarato ai giornalisti: "Il taglio degli eletti è una riforma che incide sulla Costituzione in maniera relativa e va completata con provvedimenti che con sequenza diacronica devono seguire”. Le sue parole non sono che uno dei tanti episodi di una campagna referendaria all’insegna delle forzature, delle manipolazioni sia dialettiche che sostanziali, contraddistinta da pre-giudizio e tesa a confondere piuttosto che informare compiutamente e correttamente. di Luigi O. Rintallo

Rino Mele: Domenica 20 settembre dico NO

Un segnale della presenza del contrario di ciò che si nega, questo è il tema sviluppato da Freud nel 1925 con il saggio "La negazione", Nel 1925 l'Italia da poco era entrata nell'onda alta del Fascismo, trascinandovi mezza Europa, un'ideologia in cui il “no” non esiste, ma solo un ipertrofico sì, una marea di "Obbedisco", il verbo servile che moltiplica la sua eco (distorcendo il significato originario, la risposta ostile di Garibaldi al generale La Marmora nel 1866, mentre era mosso a conquistare Trento)… di Rino Mele

Riduzione Parlamentari. Una linea di continuità demagogica con altre riforme populiste. Ne parla l’avv. Fabio Viglione

“Esiste una linea di continuità tra alcune riforme su temi della giustizia, sull’economia assistita, sulla riduzione dei parlamentari? Sembra proprio di si. E non è un caso che a prefigurare l’ingegneria legislativa che dovrebbe portare alla consistente riduzione dei parlamentari vi sia un movimento, quello “grillino” che sembra riassumere, a mio parere, l’insieme delle contraddizioni in cui il quadro politico italiano riflette la propria crisi. Il filo conduttore sembra essere sempre quello di una facile demagogia che tende a semplificare i problemi e tagliare con l’accetta temi complessi rispetti ai quali andrebbero utilizzati equilibrio e lungimiranza. Occupandomi di giustizia, nelle mie semplificate riflessioni, parto proprio da lì…..”.

 

- Riduzione Parlamentari. Una linea di continuità demagogica con altre riforme populiste. Ne parla l’avv. Fabio Viglione (Agenzia Radicale Video)

Zingaretti contestato a Viareggio. Lorenzo Tosi, lista Più Democrazia: caro PD la democrazia è una cosa seria

La democrazia è una cosa seria, non si può utilizzare questa parola con leggerezza e solo quando fa comodo. Inutile ricordare ancora la mancanza di trasparenza con la quale il PD di Viareggio è stato calpestato e “sostituito”, trovandosi a sostenere un candidato sindaco diverso da quello nominato due volte all’unanimità in assemblea. di Lorenzo Tosi

Più democrazia per Viareggio, la Toscana, la sinistra. Conversazione con Elena Tozzi

Riporta l’Ansa del 17 settembre: Pd, partito diviso a Viareggio, Nicola Zingaretti contestato Segretario costretto a comizio lontano da gazebo Dem. La nota dell’agenzia dice: “… Il leader del Pd Nicola Zingaretti  è stato costretto a non fermarsi al gazebo dei Dem a Viareggio (Lucca), allestito in pineta, per evitare le contestazioni di un gruppo di dissidenti che alle elezioni comunali appoggiano la candidatura di Sandro Bonaceto, in polemica con il partito che ha invece scelto di sostenere il sindaco uscente Giorgio Del Ghingaro…

 

Più democrazia per Viareggio, la Toscana, la sinistra. Conversazione con Elena Tozzi (Agenzia Radicale Video)

Anna Mahjar-Barducci: On. Delrio, Lei sa cosa è successo al PD di Viareggio?

On. Delrio, ci siamo incontrati nel 2012 all'Università Bocconi di Milano, quando Lei era ancora sindaco di Reggio Emilia, durante una conferenza organizzata da Science for Peace del Prof. Umberto Veronesi. In quell'occasione, abbiamo avuto modo di parlare assieme del problema dell'immigrazione in Italia e Lei accettò di scrivere una prefazione a un mio libro per l'infanzia, La mia scuola è il mondo (Ed. Melagrana, 2013), che tratta il tema dell'integrazione, e per questo motivo le sono ancora grata... di Anna Mahjar-Barducci